Serie A2 Femminile: Il Gordige vince lo scontro salvezza con l’Olimpia Vignola

A Cavarzere va di scena la tragedia per l’Olimpia Vignola: la squadra del Gordige vince la partita contro una diretta rivale per la salvezza grazie ad una partita decisa contro un avversario che scende in campo con tanta confusione, poche le idee di gioco e pochissima voglia di sporcare la maglia.

IL GORDIGE AVANTI – Fin da subito il Gordige fa la partita, schierato in campo con un curioso 1-3-3-3 che manda in tilt la squadra vignolese: al 17′ si registra la prima occasione veneta con la Marangon che si invola sulla fascia e lascia partire un tiro che si spegne sul fondo.
Il gol per il Gordige arriva al 34′ grazie a Hmidi che, appostata sul primo palo, devia clamorosamente nella sua porta un corner dalla destra di Balasso. La squadra di casa cerca di approfittare del momento favorevole e al 36′ Longato impegna Bassi con un tiro raso terra: l’Olimpia Vignola cerca di reagire e al 37′ confeziona la prima azione degna di nota con la Lenzini che crossa per Hmidi il cui tiro debole però viene facilmente parato.
Prima del riposo c’è un’altra occasione per le venete al 43′ con la Ion che salta Soragni ma spedisce il tiro sopra la traversa, chiudendo così un primo tempo bruttino e giocato in un campo ai limiti del praticabile.

UNA BRUTTA RIPRESA – Il secondo inizia con Mister Sola che cerca con due cambi di svegliare la sua squadra: l’Olimpia comincia ad occupare meglio gli spazi di gioco ma che lascia ancora alle padrone di casa il pallino del gioco che al 50′ sprecano un’occasione d’oro con Ion che da fuori area lascia partire un missile che scavalca Bassi e si stampa contro la traversa e sulla cui ribattuta trova la Longato pronta per il tap-in ma ancora più pronta la Bassi per la parata.
La partita diventa brutta e noiosa con tanta confusione in mezzo al campo, con molti lanci lunghi e con poco gioco: bisogna aspettare il 75′ per una nuova emozione con l’Olimpia Vignola che recrimina per una mancata espulsione per fallo da ultimo uomo commesso su Lenzini che si era involata da sola negli spazi aperti della difesa del Gordige.
La prima occasione per l’Olimpia arriva solo all’85’ con Zanardi che fa tutto da sola sulla fascia sinistra saltando il proprio marcatore e sprecando il tutto malamente con un tiraccio che si spegne fuori dallo specchio della porta spreca tutto malamente. Al 91′ in contropiede Cerato chiude la partita per il Gordige con un tiro a scavalcare Bassi.

Nonostante il brutto passo falso di Cavarzere della prima squadra l’Olimpia Vignola ha qualcosa per cui sorridere, la sua U19 Femminile che, sabato dopo sabato e sotto la guida di mister Maredda sta scalando posizioni in classifica di vittoria in vittoria: l’ultima affermazione è un nettissimo 10 a 3 contro le pari età riminesi del San Zaccaria, in una cornice di puro sport e fratellanza. Tripletta per Alemanno e per il capitano Casale, mentre quattro sono le reti per Esposito. Da segnalare nella serata l’esordio del giovanissimo portiere Arif Laila nelle file vignolesi.

GORDIGE – OLIMPIA VIGNOLA 2-0 (1-0)

GORDIGE: Mazzucco, Bondesan, Rizzo, Bovolenta, Amidei, Ballasso, Marangon, Andreassi, Ion, Longato, Cerato. Adisp: Albieri, Badalocchi, Trombin S., Trombin N. All. Babetto
OLIMPIA VIGNOLA : Bassi, Bitti (45′ Zanardi), Ngobi, Viva, Balestri (75′ Boni), Soragni, Grenzi, Hmidi (45′ D’Amato), Lenzini, Li Calzi, Sernesi. A disp.:Fattore, Denti, Alemanno, Campo. All. Sola
RETI : 34′ Hmidi (AUT), 91′ Longato (GO)
ARBITRO : Azzali

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it