Cronache dalla Russia: CSKA, Anzhi e Zenit si affrontano prima della sosta

Calendario spettacolare in Russia, con le prime tre della classe che si affrontano in una sorta di triangolare prima della lunga sosta invernale. Fase caldissima del torneo, con grandi possibilità che tutto torni in gioco, tenendo presente che il CSKA capolista deve andare a far visita alle sue due dirette avversarie. Ovviamente anche dietro non stanno a guardare, e puntano a sfruttare la bagarre là davanti. Ma andiamo ad analizzare i tre turni che ci separano dalla pausa.

Al momento la classifica recita:

CSKA 39

Anzhi 34

Zenit 33

E le partite di oggi prevedono Amkar-Anzhi e Zenit-CSKA. Non una trasferta impossibile per i Daghestani, che possono davvero rosicchiare dei punti. Lo scontro diretto del Petrovskij invece sembra più decisivo per lo Zenit. Un segno 2 farebbe sprofondare lo Zenit, e darebbe un senso di invincibilità ai moscoviti. Per il bene del campionato il CSKA deve cadere nelle due trasferte di San Pietroburgo e Makhachkhala.

Infatti, tra nemmeno cinque giorni, il CSKA deve andare a far visita all’altra diretta concorrente. Quell’Anzhi battuto di misura all’andata. Ne può approfittare lo Zenit, impegnato comunque nella sfida più sentita di Russia, a casa di uno Spartak in confusione totale.

Ultimo turno delle coppe, e poi sarà gran finale anche in Russia. Il CSKA non dovrebbe avere grossi problemi col Mordoviya, lo Zenit ospiterà l’Anzhi.

Vedremo se questo triangolare decisivo lascerà in dote un campionato bellissimo ed emozionante, o un torneo già chiuso a Natale. Al CSKA il compito (molto difficile) di ammazzare il campionato già da stasera, quando si giocherà in un Petrovskij deserto a causa della squalifica che obbligherà lo Zenit a giocare senza il pubblico anche con l’Anzhi. Un fattore in più che costringerà gli uomini di Spalletti a sfoderare due prestazioni superlative, per far capire agli altri chi è il campione in carica.

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it