Serie A Femminile: Riviera di Romagna corsara sul campo della Lazio

Nella decima giornata di Serie A Femminile torna a sorridere la Riviera di Romagna, corsara sul terreno della Lazio nella decima giornata di serie A: 3-2 il finale in favore della formazione giallo-rosso-blù.

NEL SEGNO DELLA CACCAMO – Pronti, via e al 2’ il Riviera di Romagna sfiorava il vantaggio con Patty Caccamo che si presentava davanti al portiere Fazio, abile a respingerne la conclusione; il minuto dopo però la stessa attaccante si fiondava di prepotenza su un traversone da sinistra di Linda Tucceri Cimini e da due passi insaccava in rete l’1-0.
Le biancazzurre rispondevano al 20′ con una conclusione dal limite di Topazio che si spegneva sul fondo ma erano sempre le romagnole a menare le danze ed a siglare il 2-0 al 22′: appoggio di Simona Sodini sempre per Patty Caccamo che si involava verso la porta locale, resisteva al ritorno del difensore e di sinistro freddava Fazio in uscita.
A quel punto le padrone di casa rispondevano e accorciavano le distanze al 28′ con Pezzotti che da posizione ravvicinata insaccava in rete: le ragazze di Antonio Censi non si scomponevano ed al 42′ siglavano la terza rete con la tripletta personale della Caccamo che sfruttava una corta respinta del portiere laziale dopo un sinistro di Simona Sodini, lanciata alla perfezione da un passaggio filtrante di Eleonora Petralia: al 42’ il tabellone segna 1-3, risultato con il quale le squadre vanno negli spogliatoi.

UNA RIPRESA MENO EMOZIONANTE – La ripresa si dimostra subito meno emozionante della prima fazione, con le romagnole che controllano e le padrone di casa che tentano di rendersi pericolose come al 60′ con la conclusione da fuori di Giura parata a terra da Silvia Vicenzi.
Le romagnole al 67′ avevano ancora con Caccamo il pallone del definitivo ko, ma la conclusione dell’attaccante a tu per tu con Fazio veniva deviata in angolo di piede dall’estremo laziale e sul corner che ne nasceva il sinistro di prima intenzione di Sara Pastore finiva fuori di un soffio.
Nel finale botta e risposta: le padrone di casa si rendevano pericolose all’83’ con un pallonetto di Giura che si spegneva di poco fuori e le ospiti un minuto dopo arrivavano al tiro con Francesca Lanotte che trovava la deviazione in angolo di un difensore. In pieno recupero le biancazzurre trovavano il gol della speranza con una girata al volo di Berarducci che si insaccava nell’angolino lontano ma non c’era più tempo per altre azioni e le romagnole portavano a casa una preziosa vittoria.

LAZIO – RIVIERA DI ROMAGNA 2-3 (1-3)

LAZIO (4-4-2): Fazio; Barbero (55’ Lucci), Pezzotti, Ciarlo, Cassanelli; Pecchia, Monaco, Topazio (69’ Grassi), Lanzieri; Berarducci, Giura. A disp.: Melis, Lombardozzi, Savini, De Angelis, Celli. All. Mega.
RIVIERA DI ROMAGNA (4-4-2): Vicenzi, Del Gaudio, Magrini, Casadio, Carrozzi; Greco (52’ Mainardi), Petralia, Pastore, Tucceri Cimini; Caccamo (88’ Cama), Sodini (78’ Lanotte). A disp.: Pignagnoli, Nagni, Mastrovincenzo. All. Censi.
ARBITRO: Guarnieri di Empoli, assistenti Fontemurato e Falasca.
RETI: 3’, 22’ e 42’ Caccamo (R), 28’ Pezzotti (L), 90’ Berarducci (L).

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it