Moratti: “Attenti a non montarci la testa”


Massimo Moratti
, dopo l’esaltante vittoria contro la Juventus, interviene ai microfoni di “SkySport24” per invitare la sua squadra a non farsi prendere troppo dall’entusiasmo: “I risultati ottenuti finora sono straordinari, ma non ancora quelli che la società può sperare di raggiungere. D’ora in poi dovremo fare molta attenzione perché anche le gare che sembrano più facili possono essere trabocchetto. Non dobbiamo montarci la testa: la gara con la Juve è stata indovinata dal punto di vista tattico, ma adesso ogni partita è un’avventura da affrontare con la stessa serietà”.

Su Stramaccioni, artefice del capolavoro tattico con il quale ha messo ko i Campioni d’Italia, il patron nerazzurro commenta così: “Non bisogna esagerare ora coi complimenti al mister, vanno divisi equamente con la squadra, che ha il merito di seguirlo. E’ un allenatore molto sveglio, questo gli permette di adattarsi a diverse situazioni e anticipare le cose. Speriamo che possa durare”.

Infine, sul pasticcio arbitrale per la mancata espulsione di Lichtsteiner: “La mancata espulsione di Lichtsteiner? Se la Juventus c’entrasse sarebbe grave. Ho detto che fosse voluto nel senso che la decisione è stata forse presa consapevolmente per l’equilibrio della partita. Sul momento è stata azzardata e molto sfavorevole per noi. Se è passata la rabbia? Non è questione di passare; certamente non nutro un particolare astio, rancore, però bisogna fare attenzione perché non ci sia una ripetizione costante

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.