Donne: in Champions, la Torres gioca a poker

Prendere atto del record, ringraziare tutte le compagne, segnare sempre come se niente fosse. È presto riassunto il ruolo da calciatrice di Patrizia Panico, che a pochi giorni dalla cinquecentesima marcatura in Serie A ha condotto la sua Torres a un importante successo di coppa, 4-1 all’Olimpia Cluj. In proiezione del ritorno di Giovedì in Romania, la bilancia pende nettamente a favore delle torresine, di sicuro rinfrancate dal valore del gioco espresso e dalla continuità in zona-gol.

SASSARI NORDICA. Nel dettaglio, il Vanni Sanna non si presenta nelle migliori condizioni. Non sarà come giocare in Russia o Norvegia (chiedete a Lyon e Juvisy), ma le condizioni atmosferiche nella pur mediterranea Sassari giovano poco a chi predica il calcio più tecnico e fine: campo pesante, freddo,  pioggia e vento fastidiosissimi condiscono la serata dei circa 300 sostenitori rossoblù, che almeno le mani se le sono riscaldate applaudendo le ragazze di Tesse. Partita sbloccata molto preso, con il pregevole dentro di Domenichetti, diretto all’angolino basso della porta, lì ad insaccarsi e cambiare l’inerzia della serata già al 9′. Al 24′, dall’azione sull’asse Matarazzo-Iannella la solita Panico è lesta nell’anticipo sulle avversarie: 2-0 e gara già in ghiaccio (non solo per il meteo). Nonostante il campo pesante, le rossoblù vanno a riposo sul 2-0, punteggio piuttosto stretto alla luce delle piattaforme offensive costruite.

SEGNA SEMPRE LEI. Dopo il riposo, al 50′ il Cluj si rifà sotto: Matarazzo stende in area Vătafu e l’arbitro indica il dischetto. Brava Thalmann a opporsi ma la stessa ex Clujana sulla respinta accorcia le distanze. Difesa, lancio lungo e contropiede sono le armi con cui la squadra di Albon tenta l’impresa delle imprese. Sebbene farraginosa nella manovra (e forse un po’ stanca), la Torres ha poca voglia di farsi beffare e chiude i conti nell’ultimo quarto di gara, ancora con Panico ai minuti 72′ e 84′. Pregevole in particolare il gol della tripletta: stop di alta scuola e pallonetto a battere Ganea, impotente e pure un po’ incredula.

Sassaresi dunque vincenti nell’andata degli ottavi e ancora più favorite per il discorso qualificazione. Nel week-end, la squadra riposerà: il big match con il Brescia è stato rinviato al 14 Novembre. In Champions, si replica Giovedì 8 Novembre alle 17.00, arbitrerà Esther Staubli della federazione svizzera. Sugli altri campi, a parte la sconfitta 1-0 del Verona in Svezia, segnaliamo il larghissimo 0-9 del Lyon campione d’Europa a Mosca, il pari fra Fortuna HjørringGöteborg (1-1) e lo 0-0 fra Stabæk e Juvisy.

 

TORRES-CLUJ 4-1 (2-0)
Torres:  Thalmann, Manieri, Motta, Stracchi, Tona, Fuselli, Domenichetti, Matarazzo (87′ Piacezzi), Panico, Bartoli, Iannella. A disp.: Griscione, Costi, Casula, Pinna, Campesi, Carboni. All. Manuela Tesse
Cluj: Ganea, Corduneanu, Ficzay, Bortan, Olar, Giurgiu, Vătafu, Voicu, Batea (77′ Sandu), Lunca, Gurz (89′ Prunean). A disp.: Gaiţa, Boandă, Szenko, Botica. All. Mirel Albon
Arbitro: Christine Baitinger (Germania)
Marcatrici:  10′ Domenichetti, 24′, 73′ e 85′ Panico (T), 51′ Vătafu (C)
Note: Ammonita: Gurz (C). Spettatori: 300 circa.

 

CHAMPIONS LEAGUE FEMMINILE – Andata degli ottavi

Zorky Krasnogorsk (RUS) – Lyon (FRA) 0-9
Fortuna Hjørring (DAN) – Göteborg (SVE) 1-1
Stabæk (NOR) – Juvisy (FRA) 0-0
Malmö (SVE) – VERONA (ITA)
TORRES (ITA) –  Olimpia Cluj (ROM) 4-1
Sparta Praga (CZE) – Rossiyanka (RUS)
Arsenal Ladies (ING) – Turbine Potsdam (GER) – ore 15.30 diretta Eurosport
Wolfsburg (GER) – Røa (NOR) – ore 17.00 diretta Eurosport

 

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it