Ciclismo, Armstrong cancellato dalla storia!

Come 7 titoli del ‘Tour de France’ possono sparire in una manciata di giorni. Lance Armostrong, dopo la sentenza dell’Usada (l’agenzia antidoping americana) arrivata il 23 agosto, che aveva revocato al ciclista statunitense tutti i titoli conquistati dal 1/o agosto 1998 al 2005, ora arriva anche quella dell’Uci: Armstrong ha architettato “la forma più sofisticata di doping della storia dello sport”, ingannando tutti e conquistando le proprie vittorie illegalmente.

A Ginevra ha parlato il presidente Pat McQuaid il quale, con animosità, ha dichiarato: “L’Uci non fa appello al Tas, riconosce ed accoglie la sanzione dell’Usada. Armstrong non ha posto nel ciclismo, grazie a tutti i testimoni che hanno collaborato e parlato, contribuendo a smascherarli. Come Uci ci siamo dati delle priorità e delle risposte e il mio messaggio per corridori, sponsor e tifosi è questo: il ciclismo ha un futuro. Il cammino comincia da oggi. Molti test, in quel periodo, venivano eseguiti a margine delle competizioni e non in altre sedi. La situazione adesso è cambiata e noi dobbiamo adeguarci alle novitá. Se nel 1998 avessimo avuto gli strumenti che abbiamo oggi – osserva il presidente dell’Uci – probabilmente oggi avremo meno doping. È facile ora guardare al passato, ad un’epoca in cui tra l’altro non ero presidente, e pensare che si sarebbe potuto fare di più. Noi, così come l’Usada, non abbiamo il potere e le risorse che hanno le forze dell’ordine. Questa attività illegale si è sviluppata tra il 1998 e il 2005. L’Uci è sempre stata in prima linea nella lotta al doping e ora ha a disposizione strumenti diversi rispetto a quelli che si potevano utilizzare in quel periodo. Detto questo, noi possiamo inviare i campioni ai laboratori: non abbiamo a disposizione altri tipi di controllo“.

Fonte: www.gazzetta.it

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.