Glik risponde a Rooney: nel recupero Polonia-Inghilterra 1-1

Dopo il rinvio di ieri sera dovuto all’abbondante pioggia caduta su Varsavia, si è recuperata nel pomeriggio la partita del Gruppo H di qualificazione a Brasile 2014 tra la Polonia padrona di casa e l’Inghilterra. Al “National Stadium” termina 1-1, un risultato che sta decisamente stretto ai polacchi, più propositivi rispetto alla formazione ospite, brava a sfruttare una delle poche occasioni capitatele; di Rooney e del torinista Glik le reti della gara. L’Inghilterra rimane in vetta al girone a quota 8, Polonia, invece, terza, a 5 punti.

ROONEY-GOL: OSPITI AVANTI – Padroni di casa privi di capitan  Błaszczykowski, infortunato, col solo Lewandowski di punta; classico 4-4-2 per l’Inghilterra, con Defoe e Rooney come terminali d’attacco. Poche emozioni nei primi minuti di un incontro che vede iniziare meglio la Polonia, aggressiva e propositiva: Wawrzyniak ci prova da posizione impossibile dopo un quarto d’ora, palla che esce non di molto. Partita che, tuttavia, stenta a decollare, coi soli Lewandowski e Gerrard a tentare senza fortuna la via del gol, fino al minuto 31, quando l’Inghilterra passa in vantaggio: calcio d’angolo per i leoni, palla in area e Rooney con un tocco sporco tra testa e spalla  infila all’angolino, non lasciando scampo al portiere Tyton. La reazione polacca è veemente, ma la conclusione del solito Wawrzyniak termina alta; ben più pericoloso Grosicki sul finire del primo tempo: il tiro del centrocampista polacco termina fuori di non molto. Si va così al riposo col vantaggio inglese.

GLIK PAREGGIA I CONTI – Seconda frazione di gioco che si apre senza cambi né da una parte né dall’altra. Polonia che parte a testa bassa alla ricerca del gol del pari: conclusione dalla distanza di Obraniak, Hart è attento e devia in calcio d’angolo; il portiere inglese si ripete poco dopo, stavolta su un tiro ben indirizzato di Wszolek. Padroni di casa che aumentano il forcing, sfiorando ancora il pareggio con Piszeczek, ma la porta inglese sembra davvero stregata; britannici che, dal canto loro, fanno fatica a costruire azioni pericolose, affacciandosi in attacco solo in un paio di circostanze con Defoe e Rooney. La spinta della Polonia si concretizza al 70′: calcio d’angolo battuto da Obraniak, irrompe Glik che di testa sigla il meritato pareggio biancorosso. Il difensore del Torino ci riprova poco dopo: stavolta la mira è errata e la conclusione si spegne sul fondo. L’ultima emozione è targata Welbeck, ma il risultato non cambia: a Varsavia, Polonia e Inghilterra pareggiano 1-1.

POLONIA-INGHILTERRA: 1-1

Polonia (4-2-3-1): Tyton; Piszeczek, Glik, Wasilewski, Wawrzyniak; Polanski, Krychowiak; Wszolek (18’st Mierzejewski), Obraniak (45’st Borysiuk), Grosicki (38’st Milik); Lewandowski. A disp.: Kuszczak, Wojtkowiak, Sobiech, Murawski, Sobota, Skorupski, Piech, Komorowski, Perquis. All.: Fornalik.
Inghilterra (4-4-2): Hart; Johnson, Jagielka, Lescott, Cole; Gerrard, Carrick, Milner, Cleverley; Rooney (27’st Oxlade-Chamberlain, Defoe (22’st Welbeck). A disp.: Walker, Shawcross, Forster, Shelvey, Carroll, Baines, Cahill, Lennon. All.: Hodgson.
Arbitro:  Rocchi (Italia)
Marcatori: 31′ Rooney (I), 70′ Glik (P)
Note: ammoniti: Polanski, Glik (P); Cole (I); espulsi: –

 

 

 

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.