Rugby, Heineken Cup: Connacht espugna Parma (10-19)

(foto Connacht Rugby)

Brutto esordio europeo per le Zebre, fermate in casa dal Connacht 10-19. Nonostante il forcing finale, sull’onda dell’entusiasmo per la meta di Ferrarini al 73′, gli emiliani cedono per la seconda volta in stagione al Connacht, dopo il ko nel Pro 12.

REGGERE L’URTO. In avvio, Gajan schiera Tebaldi mediano di mischia, Orquera all’apertura. L’inizio è di marca bianconera: senza timidezza, la squadra di casa macina gioco e sosta a lungo nel territorio altrui. L’imprecisione di Halangahu nei calci costa però molti punti, con Connacht invece tranquillo con l’implacabile e affidabile Parks. Il rugby proposto è tutto tranne che bello: si moltiplicano gli errori di handling e da entrambe le parti si vedono disimpegni non adeguati al livello. Perugini e soci tutto sommato reggono l’urto, anche davanti alle accelerazioni di Connacht. La frittata la combina Bergamasco a tempo scaduto: tackle pericoloso e conseguente giallo, da scontare nella ripresa. L’azione provoca pure la penalità per gli ospiti, prontamente messa fra i pali da Parks (3-9).

MULDON E PARKS. Il timore è che ora, nel secondo tempo e con l’espulsione momentanea, le Zebre si sciolgano. Il crollo arriva più tardi del solito, con l’equilibrio che si rompe ben oltre il rientro in campo di Bergamasco. Nonostante i tanti errori di Connacht, la franchigia federale fatica a risalire il campo e alla distanza palesa i limiti di un percorso appena abbozzato. La meta di Muldon al 62′, trasformata da Parks, aumenta il gap fra le contendenti e il resto del match è un trascinarsi verso il fischio finale. Di sicuro non si rimprovererà l’impegno alle Zebre, brave a resistere a tratti ma incapaci di marcare se non al 73′, con Ferrarini. Troppo tardi per raddrizzare una partita che certo impossibile non era.

Ha arbitrato Leighton Hodges (Wales Rugby Union), in una gara che il presidente federale Gavazzi aveva definito, nel match programme odierno, “un evento sportivo di primo piano che merita l’attenzione e la considerazione degli appassionati rugbistici non esclusivamente del territorio parmense“.  Le Zebre riprenderanno in settimana il lavoro di preparazione alla trasferta di Biarritz (Francia), ancora in Heineken Cup.

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it