L’Italia Under21 non sbaglia: Immobile stende la Svezia

Vittoria di misura dell’Italia Under21 di Devis Mangia, che allo stadio “Adriatico” di Pescara batte 1-0 i pari età della Svezia nella gara di andata del play off qualificazione all’Europeo di categoria di Israele 2013. Match winner dell’incontro Ciro Immobile, bravo a sfruttare al 17′ una corta respinta del portiere scandinavo su una punizione di Insigne; azzurrini meglio nel primo tempo, meno brillanti nella ripresa; ospiti, invece, che si sono difesi con ordine, pungendo poco in attacco. Ritorno martedì in Svezia, dove all’Italia basterà anche un pareggio.

IMMOBILE -GOL: ITALIA SCATENATA – Nessuna sorpresa nelle formazioni iniziali. Aggressività e ripartenze veloci, queste le caratteristiche degli azzurrini nei primi minuti di gara, anche se i ragazzi di Mangia fanno faticano a rendersi pericolosi dalle parti di  Johnsson. La Svezia rischia poco, ma capitola al minuto 17: punizione velenosa di Insigne, il portiere scandinavo non trattiene e Immobile non ha difficoltà a spingere in rete il tap-in dell’1-0 italiano. Rete azzurra che sembra svegliare i gialloblu, vicini al pareggio con un colpo di testa di Pettersson, ma è un fuoco di paglia, visto che gli azzurrini ricominciano a ricamare calcio, sfiorando più volte il raddoppio con Capuano, De Luca e Marrone. Svedesi che vacillano in un altro paio di occasioni prima di riproporsi dalle parti di Bradi: tiro di Ishak dalla distanza, fuori di poco. Le ultime due emozioni del tempo portano la firma di Immobile e Insigne, ma il risultato non cambia e si va al riposo sul meritato vantaggio italiano.

GARA MENO BELLA: FINISCE 1-0 – Seconda frazione di gioco che non vede cambi né da una parte né dall’altra. Italia meno frizzante in questa ripresa, imprecisa e abbastanza prevedibile, Svezia, invece, ordinata e pronta a colpire soprattutto nelle azioni da palla da fermo. Al 64′ Immobile prova a rompere l’equilibrio, scagliando un bolide dalla distanza: palla che fa la barba al palo; Italia ad un passo dal raddoppio poco con una doppia occasione per Insigne, ma la mira del folletto napoletano non è delle migliori ed il risultato non cambia. Incontro che col passare del tempo perde ritmo e vivacità, colpa anche della stanchezza che comincia a farsi sentire su entrambi i fronti. L’ultima emozione della partita è targata ancora Insigne: destro poderoso del numero 10 italiano, Johnsson non è impeccabile stilisticamente, ma allontana la minaccia. Gara che termina dopo 2′ di recupero: Italia batte Svezia 1-0.

ITALIA U.21-SVEZIA U.21: 1-0

Italia (4-4-2): Bardi; De Sciglio, Caldirola, Capuano, Frascatore; Saponara (13’st F.Rossi), Florenzi (37’st Viviani), Marrone, Insigne;  Immobile (30’st Gabbiadini), De Luca. A disp.: Colombi, Donati, Romagnoli, Crimi. All.: Mangia.
Svezia (4-4-1-1): Johnsson; M.Johansson, Jansson, Pettersson, Demir; Hiljemark, J.Johansson, Hamad, Ajdarevic; Armenteros (25’st R.Jonsson); Ishak. A disp.: Sandberg, Baffo, Ohman, Thern, Claesson. All.: Ericson.
Arbitro: Soares Dias (Portogallo)
Marcatori: 17′ Immobile (I)
Note: ammoniti: Bardi, Gabbiadini (I), Demir (S); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.