E’ successo in Europa: Olympiakos inarrestabile, pari del Galatasarary

Jupiler League (Belgio), 10/a giornata – Termina 1-1 la super sfida del decimo turno della Jupiler League belga. Allo stadio “Jan Breydel” di Bruges, i padroni di casa del Club Brugge capolista impattano contro il Genk, quarto in classifica e ancora imbattuto, ma guadagnano una lunghezza sui rivali dell’Anderlecht, sconfitto 2-1 sul campo dello Standard Liegi. Biancomalva che dopo il ko subito in Champions stentano a ritrovarsi anche in campionato, venendo agganciati in seconda posizione dal sorprendente Waregem, vincitore 3-1 sull’altra formazione di Bruges, il Cercle. Proprio i neroverdi occupano l’ultimo posto in classifica con soli quattro punti, a tre lunghezze dalla coppia formata da Waasland-Beveren e Charleroi, che hanno rispettivamente pareggiato 2-2 e perso 4-0 con Mons e Leuven.

Super League (Grecia), 6/a giornata – Non conosce ostacoli la corsa solitaria in vetta alla classifica della Super League greca dell’Olympiakos. La formazione del Pireo batte 1-0 in casa un coriaceo Asteras e coglie la sesta vittoria in altrettante gare. Biancorossi che guidano la classifica con due punti di vantaggio sul Panionios, corsaro 2-1 allo stadio “Zosimades”, la casa del PAS Giannina. Perde contatto con le prime della classe, invece, il PAOK Salonicco, che impatta 1-1 sull’isola di Creta contro l’OFI, mentre chi può sorridere è il Panathinaikos, che torna alla vittoria sconfiggendo 2-1 lo Xanthi; una doppietta di Christodoulopoulos regala i tre punti ai verdi, che tuttavia rimangono a meno 11 dai rivali cittadini. In coda, situazione sempre difficile per l’AEK Atene, ancora a secco di vittorie e ferma a due punti, a due lunghezze dal Levadiakos penultimo.

Liga I (Romania), 11/a giornata – Continua la marcia solitaria in vetta alla classifica della Steaua Bucarest: la formazione della capitale romena batte di misura, nel match clou dell’11/a giornata della Liga I, il CFR Cluj e mantiene tre punti di vantaggio sul sorprendente Pandurii, vincitore 3-1 sul campo del Gloria Bistrita. Termina con un pareggio 1-1 l’altra sfida al vertice del turno, quella tra l’Astra ed il Vaslui, rispettivamente terza e quarta in graduatoria, con i primi che perdono una ghiotta occasione per mantenersi nella scia delle migliori della classe. Detto che Dinamo e Rapid Bucarest hanno ancora una partita in meno, nella zona calda della classifica è notte fonda per il Turnu Severin, sconfitto 1-0 proprio dal Rapid e ultimo con soli 4 punti. Non se la passano meglio lo Iasi, superato anch’esso di misura a Brasov, ed la già citata Gloria Bistrita.

Superliga (Turchia), 7/a giornata – Campionato turco apertissimo e divertente come pochi in Europa, con ben otto squadre nel giro di due soli punti. Comandano i campioni di Turchia in carica del Galatasaray, anche se nell’ultimo turno la formazione di mister Terim non è andata oltre un 1-1 interno contro l’Eskisehirspor. Stesso risultato anche per la vicecapolista Orduspor, ma in trasferta, sul terreno di gioco del Karabukspor, mentre a quota dodici lunghezze ci sono Genclerbirligi, Kasimpasa, Fenerbahce, Trabzonspor, Antalyaspor e Sivasspor. In coda, situazione complicata per il fanalino Elazigspor, fermo a quota tre punti, ma in grado di pareggiare contro l’Akhisar Belediye, anch’esso invischiato nella lotta per non retrocedere, così come il Mersin, penultimo a quota quattro punti.

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.