Colpaccio Kuban, sconfitta la Lokomotiv

Continua a stupire il Kuban Krasnodar: la squadra guidata dalla vecchia volpe Yuri Krasnozhan si impone sul campo della Lokomotiv grazie alla rete del romeno Bucur, subentrato nella ripresa, e vola a quota 19 punti, in attesa delle sfide di domani. Per alcuni è stata una vera è propria lezione del tecnico ex Anzhi e, tra l’altro, Lokomotiv, al croato Slaven Bilic.

BELENOV E KRESIC SUPER, E’ DURA SEGNARE-Il primo tempo non è pieno di azioni da gol, però quando le due squadre decidono di creare pericoli lo fanno alla grande. Belenov è super a deviare un colpo di testa di N’Doye dopo pochi minuti di gioco: una tuffo spettacolare, per salvare la propria porta e per fornire del materiale importante per la varie case fotografiche. Kresic non vuol essere da meno e alla mezz’ora è magistrale nel fermare Tlisov che, convinto di essere in fuorigioco, perde l’attimo giusto per mettere dentro l’1-0. C’era però Durica che teneva in gioco tutti.

BUCUR, MOSSA AZZECCATA-La manovra della Lokomotiv non è fluente come al solito, stavolta è lei a dover fare la partita e non ci riesce. Ed è così che il Kuban passa: Fidler orchestra bene la sfera al limite dell’area e imbecca sul limite del fuorigioco Bucur, appena entrato, che trova l’angolino opposto col sinistro. Entrano Caicedo e Maicon, ma in qualche modo il Kuban riesce a limitare l’assedio finale: e sarà fortunato quando nel finale è Balde a salvare una confusa azione in mezzo all’area.

DOMINA IL VOLGA, FESTEGGIA IL MORDOVIYA-Nello spareggio salvezza di Nizhnij Novgorod e il Mordoviya a uscirne vincitore, seppur con molta fortuna. Il Volga recrimina per un rigore mandato alle stelle dall’esperto Shamil Asildarov (ex Spartak Nalchik tra le altre) e per quattro pali centrati nel corso della gara, di cui due in una clamorosa azione nella ripresa. Il Mordoviya però è più cinico: rigore iniziale di Mukhametsin, giocatore ritrovato e arma in più di questa squadra, e punizione insidiosa al 90′ di Kirill Panchenko, in spolvero dopo un periodo difficile. Rischia Gadzhiev? Dura dirlo, ma la situazione ora è davvero drammatica.

ALANIA, 3 PUNTI MANCATI-Altro spareggio, altra lotta. Piange l’Alaniya, che non trova più la vittoria dal 2-1 col Kuban. A segno il solito Neco, che raggiunge in classifica marcatori il bomber armeno Yurya Movsysyan, che domani affronta lo Zenit. Bella reazione però del Krylya, che rimonta due volte dopo essersi fatto recuperare in due occasioni lunedì col Krasnodar.

LOKOMOTIV MOSCA-KUBAN KRASNODAR 0-1 70′ Bucur

VOLGA NN-MORDOVIYA SARANSK 0-2 11′ Mukhametsin, 89′ Panchenko

ALANIYA VLADIKAVKAZ-KRYLYA SOVETOV SAMARA 2-2 34′ 69′ Neko (A), 63′ Grigoryan, 73′ Bruno Teles

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it