Milan, il futuro è nelle sue mani

Non è un mistero, ormai, che il Milan sia alla ricerca da tempo di giocatori giovani e di talento, e possibilmente a “prezzi stracciati”, per rinverdire una rosa già profondamente svecchiata dal punto di vista anagrafico, ma ancora deficitaria in alcuni reparti. Uno di questi è senza dubbio quello che riguarda il portiere, dove il “vecchio” Abbiati non sembra avere al momento un degno erede; un bel grattacapo per la dirigenza milanista, impegnata nel cercare un degno sostituto al trentacinquenne estremo difensore milanista.

In estate è stato acquistato un giovane portiere brasiliano, il ventenne ex Cruzeiro Gabriel, aggregato alla prima squadra col ruolo di terzo, alle spalle dello stesso Abbiati e di Amelia, un altro che con i suoi trent’anni non rappresenta certamente il futuro della formazione meneghina. Ecco perché il club di via Turati sta cercando di cautelarsi, concentrando i propri sforzi nel cercar di acquistare dall'”amico” Preziosi colui il quale è considerato come l’erede di Buffon e, in prospettiva, uno dei migliori portieri europei del prossimo decennio.

Stiamo parlando di Mattia Perin, giovanissimo estremo difensore di Latina, attualmente al Pescara, ma di proprietà del Genoa. Già  portiere della nazionale italiana Under21, il ragazzo ha dimostrato la scorsa stagione le sue indiscutibili qualità, difendendo in Serie B la porta del Padova. Un talento messo in mostra anche in questo avvio di stagione, in cui Perin ha messo in campo prestazioni da veterano, nonostante non abbia ancora compiuto vent’anni, come dimostra il calcio di rigore parato ad un bomber come il capitano del Torino Rolando Bianchi alla sua seconda presenza in Serie A.

Un affare che potrebbe davvero concretizzarsi la prossima estate, come ha spiegato a SpazioMilan.it il procuratore del ragazzo, Matteo Roggi: “Col Milan non c’è stato alcun contatto. Ho parlato con Mattia dopo che qualche giorno fa era uscita proprio questa notizia di un interesse del Milan: era felicissimo! E’ il più grande portiere, tra i giovani, a livello europeo. E’ un predestinato. Il prezzo del cartellino? Chiedete a Preziosi o Capozucca, il prezzo non lo faccio io. Di sicuro, a fine stagione tornerà al Genoa e il Milan continuerà a ringiovanire la rosa. Poi si vedrà. A chi non piacerebbe il Milan?”.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.