Cavani-gol: il Napoli batte la Samp e vola in testa alla classifica

Un Napoli cinico e concreto batte una buonissima Sampdoria, espugnando 1-0 il “Luigi Ferraris” di Genova grazie ad un calcio di rigore messo a segno dal Matador Cavani a metà del secondo tempo. Gara non entusiasmante quella giocata dai partenopei, bravi però a sfruttare una delle pochissime occasioni concesse loro dalla formazione di mister Ferrara. Da segnalare l’espulsione del tecnico campano Mazzarri. Napoli che aggancia in vetta alla classifica la Juventus, Doria che rimane ferma a quota 10 punti. 

UNA BUONA SAMP IMBRIGLIA IL NAPOLI – Nel 4-3-3 disegnato da mister Ferrara, Soriano e il giovane Krsticic sostituiscono gli squalificati Maresca e Maxi Lopez, mentre tra i partenopei Mazzarri conferma i titolarissimi. Ottimo avvio dei liguri, che pressano alti e costringono il Napoli ad una gara accorta, anche se sono proprio i campani ad avere la prima vera occasione da rete dell’incontro con Maggio, ma il pallonetto dell’ex blucerchiato termina alto sulla porta doriana; risposta dei liguri affidata ad un tiro di Estigarribia, palla che finisce a lato. Sampdoria che comunque attacca con maggior convinzione: ci provano prima Gastaldello, che di testa alza la mira, quindi Soriano, ma il sinistro dell’attaccante è debole, facile per De Sanctis. Napoli che a 3′ dalla fine della frazione di gioco rimane senza allenatore, visto che il signor Tagliavento espelle mister Mazzarri per proteste. Primo tempo che non riserva ulteriori emozioni e che si chiude dopo un solo minuto di recupero.

CAVANI REGALA VITTORIA E PRIMATO AI SUOI – Secondi 45′  di gioco che si aprono senza cambi né da una parte né dall’altra. Incontro che mantiene l’inerzia del primo tempo, con una buona Sampdoria che non lascia troppi spazi agli azzurri, al tiro prima con Hamsik, poi con Campagnaro ma la mira è sbagliata e il risultato non cambia. Più pericoloso Inler al 63′: bella conclusione dello svizzero sui risvolti di un calcio d’angolo, palla alta sulla traversa. Svolta dell’incontro al minuto 65′, quando Gastaldello atterra Hamsik: secondo giallo ed espulsione per il difensore, rigore per il Napoli che Cavani non sbaglia, portando in avanti i suoi. La reazione della Doria è tutta in una conclusione potente, ma imprecisa dello spagnolo Obiang, che termina alta non di molto. Partenopei che amministrano il vantaggio, mentre i liguri cercano senza troppa convinzione a realizzare la rete del pareggio. Quattro minuti di recupero non bastano alla Samp: il Napoli vince di misura e aggancia la Juventus al primo posto.

SAMPDORIA-NAPOLI: 0-1 

Sampdoria (4-3-3): Romero; Berardi (39’st Poulsen), Gastaldello, Rossini, Costa; Munari (25’st De Silvestri), Obiang, Krsticic; Soriano (36’st Icardi), Eder, Estigarribia. A disp.: Berni, Falcone, Mustafi, Castellini, Renan. All.: Ferrara.
Napoli (3-5-2): De Sanctis; Gamberini, Cannavaro, Campagnaro; Maggio (46’st Mesto), Inler, Berhami, Hamsik (39’st Dzemaili), Zuniga; Pandev (19’st Insigne), Cavani. A disp.: Rosati, Aronica, Uvini, Grava, Fernandez, Donadel, El Kaddouri, Dossena, Vargas. All.: Mazzarri.
Arbitro: Tagliavento di Terni
Marcatori: 67′ rig.Cavani (N)
Note: ammoniti: Berardi, Obiang, Krsticic, Gastaldello, Icardi (S) Berhami, Cannavaro, Insigne (N); espulsi: Gastaldello (S), Mazzarri (N)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.