Laura Bassett: “col Bardolino per fare la storia”

Di certo, non le mancano fiducia e convinzione dei propri mezzi. In vista  dell’incontro di oggi pomeriggio contro il Bardolino Verona (Champions League, andata dei sedicesimi), il capitano delle Birmingham Ladies Laura Bassett ha dichiarato che la squadra “è fiera di aver vinto la FA Cup in Maggio: ora vogliamo scrivere la storia, visto che il Birmingham non ha mai rappresentato l’Inghilterra a livello europeo“.

Il Birmingham, seconda forza attuale del calcio rosa d’oltremanica (dietro l’inarrivabile Arsenal), viene dal successo in casa del Doncaster (0-2) e rispetta molto il Bardolino, avversario che è tutto tranne che abbordabile. Quanto al fattore esperienza, per l’ex giocatrice delle New York Magic conterà la presenza di chi la coppa l’ha già vinta (Karen Carney, campionessa europea nel 2007 con le Arsenal Ladies), insieme “alle giocatrici che hanno già giocato calcio continentale, oltre alle nostre nazionali inglesi. Dovremo poi lavorare come gruppo, supportarci tutte quante l’una con l’altra“.

L’incontro si giocherà oggi pomeriggio alle 15:00. Niente notturna perché l’impianto di illuminazione di Stratford Town non soddisfa i requisiti previsti dall’UEFA. Fra le venete, mancherà l’ex Bayern Monaco Carolina Pini, che lo staff medico cercherà di recuperare in vista del ritorno al Bentegodi; assente pure Michela Ledra, che nella partita di Brescia in campionato è uscita per infortunio. Non facile dunque il compito di mister Longega, anche perché lo stesso capitano Melania Gabbiadini non ha i 90 minuti nelle gambe.

Con la Torres impegnata a Cipro, gli appassionati di calcio femminile potranno godersi la diretta televisiva (ore 16:00, EuroSport2) di PK-35-Lyon, con le francesi regine d’Europa ovvie favorite. Nell’anticipo di ieri, ZurigoJuvisy si sono fermate sull’1-1. Transapline avanti con Thiney al 50′, raggiunte all’ultimo respiro dal pareggio della tedesca Grings. Allo Stadion Letzigrund, chi giocava in trasferta ha cercato decisamente più spesso la via del gol, fallendo però troppe occasioni. Capitalizzare è importante a questi livelli e allora le svizzere ne hanno approfittato, fermo restando che al ritorno in Francia sarà durissima.

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it