La Juventus fa muovere Abramovič

Magari non arriva con l’elicottero come Berlusconi, o forse sì, ma quando si muove Abramovič lo fa per due motivi: per gioire o per rimproverare. Quando questa mattina lo hanno visto piombare al centro sportivo di Cobham, i giocatori del Chelsea sapevano che non sarebbe stata una visita di cortesia. Il magnate russo, stando a quanto riportato dal Daily Mail, ha tenuto per lungo tempo a rapporto Roberto Di Matteo e l’intera squadra. La colpa è, ovviamente, della Juventus. L’esordio in Champions’ League dei campioni in carica non è affatto piaciuto al proprietario del club: non per il risultato, quanto per l’incapacità dei Blues di gestire il doppio vantaggio firmato Oscar. La strigliata servirà ad alzare la concentrazione già dal prossimo turno, quando il Chelsea affronterà lo Stoke City, che medita un altro scherzetto, dopo quello rifilato al Manchester City: Di Matteo spera di no, per non ricevere un’altra visita.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it