Serie B, 2/a giornata: il Livorno vince il posticipo ed è primo

Termina con la vittoria del Livornoil posticipo della 2/a giornata di Serie B. Allo stadio “Armando Picchi” di Livorno, gli amaranto di mister Nicola battono 3-2 il Padova, alla fine di una gara divertente e giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. Labronici al secondo successo consecutivo in campionato, che li proietta in vetta alla classifica agganciando il Sassuolo. Per i veneti, invece, nuovo passo falso dopo il pareggio dell’esordio col Lanciano. Biancoscudati che rimangono fermi a -1 in graduatoria.

LE FORMAZIONI – Labronici padroni di casa che si schierano con un 4-3-3, col trio in avanti formato da Paulinho, Siligardi e Dionisi, mentre i veneti di mister Fulvio Pea scende in campo con un 3-5-2 i cui terminali d’attacco sono “El Diablo” Granoche e Cutolo. Solo panchina per il talentuoso Babacar.

Fulvio Pea

GOL ED EMOZIONI NEI PRIMI 45′ – Terreno di gioco dell'”Armando Picchi” in pessime condizioni per l’abbondate pioggia caduta su Livorno, ma partita vibrante sin dai primi minuti. Dopo una conclusione pericolosa del padovano Cutolo, ecco che gli amaranto si portano in vantaggio al 9′ con Emerson, che da lontano scaglia un sinistro preciso che beffa Anania per l’1-0 livornese. Il Padova non perde la testa e già 2′ dopo raggiunge il punto del pari con De Vitis, che calcia da appena fuori e, complice la deviazione di un difensore avversario, supera imparabilmente il portiere toscano Mazzoni. Primi minuti di fuoco, dunque, di una gara divertente, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Col passare dei minuti, però, sono gli ospiti a prendere in mano le redini del gioco, sfiorando la rete prima con Granoche, quindi con Cutolo. Livorno che trema, ma non cade; anzi, i labronici tornano in vantaggio alla mezz’ora, quando sugli sviluppi di un corner, Siligardi insacca con un sinistro chirurgico il gol del 2-1 che fa esplodere il “Picchi”. Padroni di casa rinvigoriti dalla rete segnata e che costringono i veneti alla difensiva. Le ultime due occasioni di un bel primo tempo sono per Paulinho da una parte e Galli dall’altra, ma il risultato non cambia e si va a riposo sul vantaggio livornese.

IL PADOVA NON C’E’ E IL LIVORNO TRIPLICA – Seconda frazione di gioco che si apre con un cambio tra i veneti: fuori l’autore del gol biancoscudato De Vitis e dentro lo sloveno Jelenic. E’ la squadra di mister Pea a fare la partita in questi primi minuti di gioco della ripresa, col Livorno che preferisce attendere nella propria metà campo e partire in contropiede, anche se, a dir la verità, al 60′ sono stati pochissimi i pericoli corsi dai due portieri Anania e Mazzoni. Il tecnico padovano le prova tutte per cercar di raddrizzare una partita che sta prendendo la strada di Livorno, inserendo al 63′ Babacar per uno spento Granoche, mentre dall’altra parte mister Nicola non ha ancora effettuato sostituzioni. Amaranto che sembrano blindare il risultato al minuto 69, quando sugli sviluppi di un calcio di punizione, Zé Eduardo si addormenta, lasciando Bernardini liberissimo di battere da pochi passi Anania per la terza volta. Padovani che provano il tutto per tutto, sfiorando la rete del 3-2 alla mezz’ora con una perfetta incornata di Galli, ma Mazzoni è miracoloso e salva il risultato. Duello che si ripete poco dopo, ma è ancora il portiere toscano ad avere la meglio, ma l’estremo difensore nulla può all’87‘, quando l’indiavolato Galli riesce finalmente a superarlo per il 3-2. Sei minuti di recupero non bastano: vince il Livorno.

TOP E FLOP
TOP LIVORNO: Siligardi; FLOP: Paulinho
TOP PADOVA: Galli; FLOP: Granoche 

LIVORNO-PADOVA: 3-2 (2-1)

Livorno (4-3-3): Mazzoni; Gemiti, Salviato, Bernardini, Lambrughi (37’st Gentsoglou); Emerson, Schiattarella, Luci; Siligardi (33’st Remedi), Dionisi (45’st Piccolo), Paulinho. A disp.: Fiorillo, Ceccherini, Bigazzi, Dell’Agnello. All.: Nicola.
Padova (3-5-2): Anania; Cionek, Piccioni, Trevisan; Rispoli (27’st Farias), Zé Eduardo, De Vitis (1’st Jelenic), Galli, Renzetti; Granoche (18’st Babacar), Cutolo. A disp.: Silvestri, Legati, Piccinni, Franco. All.: Pea.
Arbitro: Di Bello di Brindisi
Marcatori: 9′ Emerson (L), 11′ De Vitis (P), 30′ Siligardi (L), 69′ Bernardini (L)
Note: Ammoniti: Salviato (L) Cionek, Trevisan, Zé Eduardo, Rispoli, Galli (P); Espulsi: –

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DELLA SERIE B CLICCA QUI

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.