I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Nicklas Bendtner

Il calciomercato è ormai chiuso, ma il nostro viaggio dedicato ai nuovi volti della Serie A 2012/2013 continua. Diciottesima puntata dedicata al nuovo attaccante della Juventus, il danese Nicklas Bendtner, uno al quale, almeno a prima vista, sembra non mancare proprio personalità, dato che, appena sbarcato a Torino, ha richiesto come numero di maglia quel 10 indossato per quasi vent’anni da quel Del Piero, icona e bandiera della formazione bianconera. Ovviamente la sua richiesta è stata rifiutata e il giovane Bendtner ha ripiegato sul numero 17, quello che fu di un altro bomber bianconero, David Trezeguet. Questo il primo approccio italiano dell’ex Arsenal; cerchiamo però di conoscerlo meglio, capendo il vero valore di questo ragazzo.

Nato a Copenhagen nel gennaio del 1988, l’attaccante scandinavo cresce calcisticamente nel Kjøbenhavns, conosciuta più semplicemente come KB, formazione della capitale danese. Le buone prestazioni in maglia bianca convincono l’Arsenal ad acquistarlo e nell’estate del 2005 Bendtner diventa a tutti gli effetti un Gunners. Nella prima stagione londinese gioca principalmente con la squadra delle riserve, facendo il suo debutto con la prima formazione solamente in Curling Cup. L’anno dopo viene girato in prestito al Birmingham, formazione di Championship nella quale il giovane Niklas comincia a farsi conoscere e a dimostrare il suo valore, giocando complessivamente 48 gare e segnando 13 reti tra campionato e coppe nazionali, contribuendo alla promozione dei biancoblu. Tornato all’Arsenal, il danese rimarrà a Londra per tre stagioni in cui giocherà un totale di 155 gare, segnando 46 reti tra Inghilterra e coppe europee, in cui realizza anche una tripletta in un match di Champions League contro il Porto. Nonostante buoni numeri, nel 2011 Bendtner passa in prestito al Sunderland: coi Black Cats va in gol 8 volte; questa l’ultima esperienza prima del suo approdo alla Juventus.

Il bomber della nazionale della Danimarca, in cui ha giocato 48 volte realizzando 18 reti, è una punta molto forte fisicamente, tanto che per la sua prestanza è stato più volte paragonato a Zlatan Ibrahimovic. Il ventiquattrenne è abile soprattutto nel colpo di testa, anche se tecnicamente è un calciatore molto valido. Può giocare sia come prima punta o insieme ad un altro attaccante, potendo svariare su tutto il fronte d’attacco. Nello schema tattico potrà essere una valida alternativa a Vucinic e Matri, anche se per caratteristiche assomiglia più all’ex punta del Cagliari. Piccola curiosità dedicata alla sua vita privata: è stato sposato con la baronessa Caroline Fleming, dalla quale però ha divorziato.

Ecco intanto alcune giocate di Niklas Bendtner (Fonte You Tube)

Leggi anche
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: M’Baye Niang
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Michael Ciani
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Alvaro Pereira
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Willians
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Parra
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Roncaglia
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paulo Dybala
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paul Pogba
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Borja Valero
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Ederson
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Matìas Fernandez
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Leandro Castàn
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Ciro Immobile
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Maicosuel
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dodò
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Mounir El Hamdaoui
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Bakaye Traorè
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dorlàn Pabon

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.