Platini: “FPF vale per tutti anche per il PSG”

Intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ il presidente della Uefa Michel Platini ha risposto a chi lo accusava di chiudere un occhio sulle spese folli del Paris Saint-Germain alla vigilia dell’introduzione del Fair Play Finanziario fortemente voluto dall’ex campione francese: “Le nuove regole finanziare sono state approvate e non si torna indietro. Il FPF vale per tutti, anche per il Paris Sanit-Germain, ma questo non vuol dire che impedisca di spendere anche cifre elevate per comprare giocatori. Se il bilancio è ok e hai soldi da investire puoi farlo, come ha fatto il Bayern con Javi Martinez. Quando voi italiani spendevate tanto, il fair play era un problema per i francesi. Oggi è il contrario, ma ormai c’è una struttura alla quale non sfuggiranno italiani, francesi, georgiani: nessuno. – continua poi Platini parlando di tecnologia e Mondiali 2022 – Ancora non c’è la sicurezza assoluta che con la tecnologia si possano evitare i gol fantasma. Crediamo che con più occhi in campo si possano però evitare tanti errori che accadevano in passato. Del resto anche molti altri sport hanno optato per avere più giudici. I mondiali in Qatar? Si dovrà giocare d’inverno, per il bene di tifosi e giocatori. Ho votato per loro solo a questa condizione e sono sicuro che troveremo una soluzione adeguata che non scontenti nessuno”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.