La Serie A che torna… il Cagliari

Continua il nostro tour tra le squadre di Serie A. Ogni giorno vi presentiamo 2 squadre con tutte le informazioni: i punti di forza, i punti deboli, le stelle, le probabili formazioni e gli allenatori. Oggi è il turno del Cagliari di Massimo Ficcadenti.

Il Cagliari del presidente Cellino punta in toto sul blocco dello scorso anno con le conferme dei suoi gioielli, Nainggolan e Astori su tutti, e l’innesto di Rossettini al posto di Canini. In attacco confermato Pinilla che tanto bene ha fatto da gennaio in avanti.

LA DIFESAVoto 6,5: Come già anticipitato poco sopra è cambiato poco o nulla rispetto allo scorso campionato. A sinistra ci sarà ancora Agostini mentre a destra comanderà la zona Pisano. Al centro l’unica novità: accanto all’inamovibile Astori ci sarà il nuovo acquisto Rossettini. Pronti a subentrare ci saranno Ariaudo, Perico e i giovani Camilleri e Avelar.

IL CENTROCAMPOVoto 6,5: Nainggolan, Conti, Ekdal e Cossu. Quattro centrocampisti che, se sono in buone condizioni, sono sicuramente di un livello superiore rispetto alle concorrenti dirette per la salvezza. Il problema più che altro è nei loro sostituti visto che oltre al buon Dessena ci sono i giovani Eriksson e Pablo Cepellini che hanno dimostrato troppo poco per ritenerli all’altezza dei titolari.

L’ATTACCOVoto 6: Non ce ne voglia il presidente Cellino ma in attacco qualcosa di meglio si può fare. Il solo Pinilla, buonissimo attaccante ma spesso fermo per infortunio, non può reggere l’attacco rossoblu. A far coppia con lui ci dovrà essere uno tra Ibarbo, potenziale enorme ma ancora grezzo, Larrivey, 12 gol in quattro stagioni al Cagliari, Nenè, un solo gol lo scorso anno, e Thiago Ribeiro che l’anno scorso ha mostrato tutto tranne che la freddezza sotto porta. L’unica sorpresa potrebbe essere l’utilizzo di Marco Sau, 21 gol lo scorso anno in B con la Juve Stabia, che potrebbe essere la spalla ideale per Pinilla.

LA STELLA

Davide Astori

Era una bella lotta tra lui e Radja Nainggolan ma ho voluto premiare il difensore visto che quest’estate ha rifiutato una montagna di soldi dalla Russia pur di rimanare a Cagliari. Giocatore nel giro della Nazionale, a parer mio era da portare anche agli Europei, è sicuramente il miglior difensore in prospettiva per la squadra di Prandelli. I tifosi del Cagliari sanno benissimo che questo potrebbe essere l’ultimo anno al Cagliari, perchè un talento come il suo non passerà inosservato un altro anno.

L’ALLENATORE – Massimo Ficcadenti

Allenatore classe 1967 è alla sua seconda stagione sulla panchina del Cagliari anche se lo scorso anno era stato esonerato l’8 novembre 2011 per poi essere richiamato l’11 marzo 2012. In carriera ha allenato Fiorenzuola, Avellino, Pistoiese, Verona, Reggina, Piacenza, Cesena e appunto il Cagliari. Le sue maggiori soddisfazioni lavorative le ha ottenute sulla panchine del Piacenza, salvezza ottenuta subentrando a Novembre 2009 sostituendo Castori, e con il Cesena dove al primo anno in A ha ottenuto la permanenza nella massima serie. Quest’anno però il tecnico si è dichiarato ambizioso: “La salvezza è l’obiettivo fisiologico da raggiungere ma vorrei che non ci si accontentasse, o meglio, io non mi accontenterò”.

PROBABILE FORMAZIONE:

VOTO ALLA SQUADRA 6,5: La salvezza dovrebbe essere un obbiettivo alla portata della squadra di Cellino. Non crediamo però che l’idea di Ficcadenti di puntare più in alto sia percorribile se non si compra un attaccante da doppia cifra e dei ricambi all’altezza dei titolari.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it