Under21, Italia show in Olanda: 3-0-spettacolo agli oranje

Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Devis Mangia alla guida della Nazionale Under21 italiana. A Leeuwarden, gli azzurrini guidati in panchina dall’ex tecnico del Palermo, strapazzano i pari età dell’Olanda, battendo gli oranje con un 3-0 che non ammette repliche. Un risultato maturato dopo un primo tempo assolutamente dominato da parte degli italiani, chiuso in vantaggio grazie alle reti di Insigne, in rete dopo appena 57 secondi, Immobile e Florenzi. Padroni di casa decisamente al di sotto delle aspettative.  Prossimo impegno per gli azzurrini il prossimo 6 settembre contro il Liechtenstein, gara valida per le qualificazioni all’Europeo di categoria.

LE FORMAZIONI – Per la prima sulla panchina azzurra, Mangia vara la coppia d’attacco Immobile-De Luca, col gioiello Insigne alle loro spalle, mentre la coppia difensiva centrale è formata da Capuano e Caldirola. L’Olanda, invece, si affida al bomber del Monchengladbach De Jong affiancato da Jhon; Blind è il leader della difesa, mentre in porta c’è Zoet.

ITALIA SPETTACOLO – Prima frazione di gioco perfetta dell’Italia, giocata dando spettacolo e chiusa addirittura sul 3-0. Azzurrini in vantaggio dopo soli 57″ col fenomenale Lorenzo Insigne, che riceve palla al limite dell’area, salta secco Kapelhof e brucia il portiere Zoet con un colpo da biliardo che si insacca sul palo più lontano. Olanda stordita e Under21 che raddoppia al minuto 12, stavolta col bomber Immobile, che salta secco un paio di avversari e con un tocco sotto batte per la seconda volta il portiere avversario. Azzurrini scatenati che vanno vicini al tris in più di un’occasione, prima di realizzare la terza rete col neo romanista Florenzi, servito alla perfezione da De Luca, uno dei migliori in campo. Per i padroni di casa solo un paio di tentativi col bomber De Jong, ma Bardi c’è e si va al riposo sul 3-0.

GIRANDOLA DI CAMBIA, MA L’ITALIA DOMINA – Secondo tempo decisamente meno spettacolare rispetto al primo, giocato con un ritmo meno sostenuto e condizionato dalla girandola dei cambi operata da una parte e dall’altra. Pronti, via e l’Italia ha subito l’occasione di realizzare la quarta rete col neo entrato Sala, ma l’ex Chelsea solo davanti a Zoet si incarta, spedendo la palla sul fondo da ottima posizione. Olanda che prova a portarsi avanti con orgoglio, ma le conclusioni dei padroni di casa non mettono in difficoltà un Bardi che comunque risponde sempre presente. Italia, invece, molto più concreta, che sfiora addirittura il poker al 78′ col difensore della Juventus Masi, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo riceve palla spalle alla porta, si gira e calcia di prima intenzione, lambendo il palo alla sinistra di Zoet. Italia straordinaria: azione da manuale del calcio al minuto 87, ma uno stremato Immobile non riesce a superare il portiere olandese, bravo ad opporsi al tentativo dell’attaccante del Genoa. Azzurrini che non soffrono la pressione oranje, chiudendo in scioltezza un match letteralmente dominato, che si chiude dopo 2′ di recupero.

TOP E FLOP
TOP OLANDA: Jhon; FLOP: Kapelhof
TOP ITALIA: Immobile; FLOP: Sala

IL TABELLINO
OLANDA-ITALIA: 0-3 (0-3)
Olanda (4-4-2): Zoet; Kapelhof (1’st Djiks), Blind, Van Dejik, Van Aanholt; Van Ginkel, Fer (20’st Van Haaren); Bacuna, Wildschut (1’st Van La Parra); De Jong (20’st Foor), Jhon. All.: Pot.
Italia (4-4-2): Bardi; Donati, Capuano, Caldirola (17’st Masi), Frascatore (35’st Romagnoli); Marrone (1’st Ross), Viviani (1’st Sala), Florenzi (27’st Laribi), Insigne (1’st Crimi); Immobile, De Luca (17’st Longo). All.: Mangia.
Arbitro: Sant (Malta)
Marcatori: 1′ Insigne (I), 12′ Immobile (I), 37′ Florenzi (I)
Note: ammoniti: Van Dejik, Bacuna (O); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.