Bolt: dall’atletica al calcio il passo è breve

Il velocista giamaicano Usain Bolt sogna un futuro sul prato verde. Il fresco campione olimpico dei 100 metri ha infatti ammesso che gli piacerebbe giocare nel Manchester United agli ordini di Sir Alex Ferguson. “Se Sir Alex mi chiamasse non potrei dire di no. – ha ammesso il giamaicano – So di poter far la differenza anche nel calcio”.

Parole che non hanno lasciato indifferenti gli uomini dello United con Rio Ferdinand che ha invitato Bolt ad unirsi  ai Red Devils proponendosi, fa il serio e il faceto, come sponsor presso il tecnico scozzese per fargli avere un provino dopo le Olimpiadi di Londra.

Chissà se Bolt oltre alla grandissima velocità, saprà anche destreggiarsi bene con il pallone fra i piedi su un campo da calcio. Per saperlo basterà aspettare la fine delle Olimpiadi e sperare che Alex Ferguson dia una possibilità al velocista di allenarsi con uno dei club più famosi e vincenti al mondo.

[bundesligapremier.it]

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.