Tira e molla Kakà

Dall’apertura di Galliani ai dubbi di Mourinho: la telenovela Kakà è appena cominciata ed è facile immaginare che andrà avanti ancora per molte puntate, un po’ come le interminabili soap opera brasiliane. Il Milan lo vuole, lui tornerebbe volentieri in Italia, il Real sarebbe ben felice di disfarsene ma non rimettendoci dei soldi. Così la trattativa va avanti a piccoli passi, in attesa di trovare uno spiraglio che possa condurre a una soluzione che accontenti tutti.

Non so se rimane – Intanto Kakà resta un giocatore del Real e ieri è sceso in campo nell’amichevole disputata a Lisbona contro il Benfica. Ha giocato 62 minuti prima di essere sostituito. José Mourinho aveva parlato del futuro del brasiliano prima della partita: «Non so se resterà al Real Madrid o no—ha detto l’allenatore del Real Madrid—. Tutto può succedere. Può anche essere che resti a Madrid per tutta la prossima stagione. Se rimane io sarò felice: abbiamo un buon rapporto. Tra noi non ci sono segreti: lui sa cosa penso e viceversa ». Kakà infatti sa benissimo che Mou non lo considera parte del progetto galattico del Madrid, per questo vorrebbe andare via. Non vuole perdere l’ultimo treno per il Mondiale 2014 che si giocherà nel suo Brasile. Però la situazione è complicata e riportarlo a Milano non sarà facile.

Si tratta a oltranza – Due giorni fa Adriano Galliani è uscito allo scoperto, ammettendo l’esistenza di una trattativa. Bronzetti è volato a Madrid per parlare con Florentino, che però al momento non ne vuole sapere di accettare un prestito gratuito. Il Milan invece insiste su questa strada perché è l’unica percorribile (con una notevole riduzione dell’ingaggio di Kakà, che passerebbe da 10 a 5 milioni di euro). Intanto il brasiliano è stato convocato per la tournée americana. E’ probabile che proprio negli Usa si facciano passi avanti nella trattativa, perché l’8 agosto il Real affronterà il Milan a New York e Galliani dovrebbe incontrare Florentino Perez. Lì proverà a convincerlo ad accettare le sue condizioni. Di sicuro le parole di Mourinho confermano che Kakà non è più gradito a Madrid.

[Gazzetta dello Sport]

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.