Caro Moratti ti scrivo…

Partiamo dal presupposto che non voglio passare per il giornalista esperto, per il direttore sportivo migliore al mondo ma solo un tifoso che vede la “propria” squadra persa nel vuoto. Il mercato è iniziato con la conferma di Stramaccioni, direi che sono contento visto che si è puntato su un’allenatore giovane, bravo (per quel poco che ha dimostrato) ma l’importante che il signor Moratti gli dia fiducia, totale fiducia. Questo vuol dire che dopo i primi tre risultati negativi non si deve mettere subito in discussione come è gà successo molte volte in passato. Partiamo dal portiere. Vedo la risulozione a Julio Cesar alquanto ambigua, ma non per i sentimenti che provo verso lui, bensì per la scelta del suo successore. Risparmiare i 4,5 milioni di euro all’anno dell’ingaggio del portiere brasiliano andava benissimo, ma se si spendono 11/12 milioni per comprare Handanovic (grandissimo portiere per carità) con relativo ingaggio da 1,5 milioni di euro, io tutto questo risparmio non lo vedo. Io l’operazione l’avrei anche fatta ma solo se si decideva di puntare su Viviano, è pur sempre il quarto portiere della nazionale italiana, che con quattro spicci ritornava alla base. Capitolo difesa, perfetta la risoluzione del contratto di Lucio (ps: vorrei anche sapere chi gli ha rinnovato il contratto 6 mesi fa fino al 2014!) l’acquisto di Silvestre proprio non mi convince. Il Palermo lo scorso anno ha preso la bellezza di 62 reti (la terza difesa più perforata dello scorso campionato) e qualcosa vorrà pur dire e ben 8 milioni di euro (2 subito, 6 per il riscatto) non sono di certo pochi per un quasi 28enne. Meglio magari aggiungere un paio di milioni e puntare su Astori, Ogbonna o addirittura risparmiare qualcosa e prendere il pur buon Andreolli. Alla fine in casa neroazzurra c’è sempre Ranocchia, fino all’anno scorso considerato uno dei migliore difensori italiani, Samuel e Chivu. Sulle corsie laterali abbiamo Nagatomo, il migliore secondo me nell’ultima stagione dopo Milito, Zanetti e Jhonatan di rientro dal prestito dal Parma. Ho tralasciato volutamente Maicon visto che ormai lo danno in partenza. Anche qui si apre una piccola parentesi: perchè rifiutare 20 milioni di euro lo scorso anno dal Real e ora cercare disperatamente un aquirente che ovviamente non pagherà più di 7/8 milioni? Misteri della dirigenza dell’Inter. E i sostituti? Leggo di Kolarov e Debuchy…e mi chiedo: che senso ha ricevere 8 milioni per Maicon e spenderne addirittura di più per prendere un suo sostituto? Un terzino forte, giovane e italiano noi ce l’avevamo in casa, si chiama Santon, ma inspiegabilmente è stato “regalato” al Newcastle. Passiamo ora al centrocampo. Stramaccioni nelle ultime partite dello scorso anno ha puntato forte su Poli e la società cosa fa? Non riscatto Poli e si butta forte su Paulinho, giocatore brasiliano che poco si sa a parte che quei due tiri che si vedono su Youtube. Paradosso nel paradosso il centrocampista verdeoro costa di più del nostrano Poli. Avanzando il nostro baricentro arriviamo al caso Sneijder, dove ogni giorno arrivano notizie nuove dalla Russia con l’ultima che racconta di un’offerta dell’Anzhi di 25 milioni di euro per il cartellino dell’olandese. La società deve decidere in fretta: tenere il numero 10 oppure puntare forte su Coutinho e Alvarez. Inutile andare a comprare Lucas, giocatore giovane si, ma senza alcuna esperienza nel calcio europeo e visto che il costo sarebbe pressochè uguale all’incasso della vendita di Sneijder, bè a sto punto tengo il “mio” cigno di Utrech. In avanti la cosa si fa ancora più drammatica. Pur ritenendo giustissima la cessione di Forlan, abbiamo praticamente solo Milito e Palacio visto che Pazzini è stato ormai messo ai margini dalla squadra. Quindi ci ritroviamo ad affrontare campionato, Europa League e Coppa Italia per una totale di 50 partite con soli due attaccanti. O meglio noi un terzo attaccante ce l’abbiamo anche, si chiama Samuele Longo. Ha fatto faville con le giovanili, ma resta da capire se ora Stramaccioni punterà forte su di lui o lo porterà con lui solo per fare numero durante gli allenamenti infrasettimanali. Infine caro Moratti, io forse ho scritto alcune cose condivisibili, altre meno, ma di certo un consiglio voglio darti…se dichiari che vuoi risparmiare e programmare il futuro, bè così proprio non si fa…

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it