Olimpiadi 2012, esaminiamo il girone B del torneo di calcio maschile

A fine Aprile si sono svolti i sorteggi dei gruppi per i torneo di calcio olimpico maschile e femminile per le Olimpiadi di Londra 2012. Per quanta riguarda gli uomini sono quattro i gironi di qualificazione, A,B,C e D. Dopo aver esaminato il primo girone, quello A di Inghilterra, Uruguay, Senegal ed Emirati Arabi Uniti, andiamo a vedere gli altri gironi, ricordando che le rappresentative olimpiche sono Under 23 e che è possibile portare in formazione fino a massimo tre “fuoriquota”, mantenendo l’impostazione di Pechino 2008.

Continuiamo quindi la nostra analisi col GIRONE B, quello di Messico, Corea del Sud, Gabon e Svizzera.

MESSICO

La squadra messicana, che si è qualificata al torneo olimpico grazie al Torneo Pre-Olimpico CONCACAF 2012, è allenata da Luis Fernando Tena Garduño da due anni ed ha deciso di portare tutti e tre i fuoriquota, facendo cadere la sua scelta sul portiere 31enne Josè Corona del Cruz Acul, sul difensore 32enne Carlos Salcido del Tigres de la Uanl e sull’attaccante 28enne Oribe Perlata del Santos Laguna. Per il resto, la formazione ha già dei volti noti, come il 23enne Giovani dos Santos del Tottenham, e sfrutta moltissimo il blocco del Chivas de Guadalajara. La squadra messicana ha perso una sola partita di qualificazione, e si dimostra una seria candidata alle finali.

COREA DEL SUD

La squadra sudcoreana si è qualificata grazie alla vittoria al Torneo Pre-Olimpico AFC 2012, battendo il Giappone. La Corea del Sud utilizza la stessa strategia dei fuoriquota del Messico, avendo scelto un portiere (il 27enne Sung-Ryong Jung), un difensore (il 26enne Chang-Soo Kim) e un attaccante, la stella della squadra, il 26enne Chu-Young Park attualmente in forza all’Arsenal. La squadra, allenata da Myung-Bo Hong, vanta molti giocatori all’estero (Celtic, Wolfsburg e Sunderland), anche se la squadra maggiormente “razziata” è quella del Busan I’ Park. Formazione solida e che segna molti gol, la Corea è da seguire.

GABON

Il Gabon si è qualificato tramite il Campionato africano di calcio Under-23 del 2011 battendo fior di selezioni come quelle del Senegal e del Marocco. La formazione africana, vera sorpresa del girone, si affida alle cure tecniche dell’allenatore Claude Albert Mbourounot, e può contare su una formazione molto giovane che vede nel centrocampo il suo punto di forza, reparto dove si trova il capocannoniere della squadra, il centrocampista 20enne Emmanuel Ndong Mba. Il giocatore più famoso della squadra è il centrocampista Alexander N’Doumbou dell’Orleans, mentre gli unici due fuoriquota sono il portiere 29enne Didier Ovono del Le Mans e il difensore 27enne Charly Moussono del Missile. Al Gabon diamo il ruolo di “cenerentola” del gruppo, ma con i dovuti distinguo.

SVIZZERA

La Svizzera si è qualificata a queste Olimpiadi con il Campionato europeo di calcio Under-21 2011, venendo battuta in finale solo dalla Spagna. La squadra elvetica, allenata da Pierluigi Tami, ha scelto come suoi fuoriquota il portiere Dieno Benaglio del Wolfsburg, il difensore Timm Klose del Norimberga ed il centrocampista Valon Behrami della Fiorentina.
La formazione svizzera ha una squadra molto solida, essendosi arresa solo alla grande Spagna di questi anni, e può vantare giocatori sparsi in tutta Europa (con molta Italia come Brescia e Palermo, senza contare Werder Brema, Fulham, Lorient e Borussia Moenchengladbach). La “stellina” della squadra è l’attaccante 21enne Admir Mehmedi della Dinamo Kiev, capocannoniere della squadra nelle qualificazioni.
La Svizzera ha le carte in regola per qualificarsi in questo “girone di ferro”.

Col girone B abbiamo finito, a presto per i prossimi gironi!

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it