ESCLUSIVA MP – Italia vs Inghilterra: il parere degli esperti

Italia – Inghilterra è una sfida che fa tremare i polsi: il nostro orgoglio contro lo snobismo di chi prima ci criticava e adesso ci imita. C’è molta fiducia negli azzurri e gli avversari vengono considerati abbordabili; c’è, soprattutto, la voglia matta di emozionarsi per il tricolore e sognare ancora. Abbiamo interpellato sei esperti, ecco i loro pronostici:

Nello di Costanzo (all. Barletta): “Da temere c’è il loro gioco all’italiana, il quale potrebbe essere una trappola per gli azzurri. Si chiudono e ripartono, proprio come siamo abituati a fare noi. Hodgson ha imparato la fase difensiva in serie A, per cui conosce le contromisure adatte allo schieramento di Prandelli. In ogni caso siamo più forti e vinceremo 2 a 1. Il calciatore decisivo? Di Natale: se subentra a gara in corso può mandare in crisi gli statici difensori inglesi”.

Raffaele Ametrano (ex Juve, Udinese ecc…): “Io non temo nulla, sono loro che devono temere. Scherzi a parte, l’Inghilterra è sempre una squadra ostica e batterli non è facile per nessuno. Hodgson sa già cosa lo aspetta domani: ha allenato in Italia, per cui istruirà a dovere i suoi giocatori. Saranno decisivi Cassano da una parte e Rooney dall’altra.Un pronostico? Vinciamo noi, con qualsiasi risultato”.

Marco Lanna (ex Roma e Samp): “L’Inghilterra è una squadra molto dinamica, che fa dell’agonismo e della fisicità le sue armi migliori. Mi aspetto una gara spettacolare: ripartenze, scontri duri in mezzo al campo e tensione palpabile non mancheranno sicuramente. Noi siamo più forti, i calciatori sanno che questa è una grande occasione e vorranno sfruttarla al meglio. Spero nei colpi di Cassano e Balotelli, perché la loro difesa non è insormontabile se presa in velocità. Un pronostico? 3 a 2 per l’Italia“.

Oscar Magoni (Allenatore): “Sarà una partita molto equilibrata, gli episodi rischiano di risultare decisivi. E’ vero che Hodgson conosce il nostro calcio, ma è anche vero che noi italiani sappiamo adattarci a qualsiasi situazione e gli avversati ne sono ben consci. Il punto debole dell’Inghilterra? Senza dubbio la difesa, infatti mi aspetto che Balotelli sia decisivo. Voglio sbilanciarmi: vinciamo 1 a 0”.

Vittorio Tosto (ex Napoli, Genoa, Empoli): “Stasera uscirà fuori il vero valore dell’Italia, ne sono convinto. E’ la partita ideale per esaltare le caratteristiche dei nostri calciatori: l’Inghilterra soffre i centrocampisti che si inseriscono tra le linee, inoltre il dinamismo degli attaccanti azzurri farà soffrire la loro difesa. Tecnicamente siamo molto superiori, trovatemi un’altra squadra in grado di tenere testa alla Spagna. Finirà 3 a 1 per noi e Balotelli sarà decisivo”.

Francesco Davide Scafà (Giornalista, caporedattore di Mondopallone): “Vedo che c’è grande ottimismo, io invece vado controcorrente e dico che stasera soffriremo non poco. L’Inghilterra non ha di certo entusiasmato sino a questo momento, è vero, però si può affermare la stessa cosa per l’Italia. Molti si cullano per la prestazione inaugurale contro la Spagna ma, a mio avviso, quella iberica non è una squadra eccezionale. Pronostico? Si va ai supplementari, da lì in poi è un terno al lotto”.


Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.