Euro 2012, il tabellone dai quarti alla finale di Kiev

Con le ultime sfide del girone D è ora noto il quadro delle squadre qualificate e, di conseguenza, il tabellone e il calendario completo delle partite che, dai quarti, porteranno alla finalissima di Kiev del 1° luglio 2012. Tutte le sfide si giocheranno alle ore 20:45 italiane.

Ad aprire i quarti di finale sarà la sfida tra la Repubblica Ceca, sorprendentemente prima nel girone A, e il Portogallo, secondo nel gruppo B, in programma il 21 giugno a Varsavia. Ultimo precedente a Euro 2008: nella terza partita del girone A il Portogallo si impose per 3-1. Di Deco, Cristiano Ronaldo e Quaresma le reti lusitane; di Sionko il momentaneo 1-1 ceco. Prima di allora solo un altro incontro tra le due squadre seguente allo scioglimento della Cecoslovacchia: ai quarti di Euro ’96 si impose la Repubblica Ceca per 1-0 grazie alla rete di Poborský.

Il 22 giugno a Danzica sarà la volta di GermaniaGrecia, ormai soprannominato “derby dello spread”, che vedrà di fronte i tedeschi, unica squadra a punteggio pieno nella fase a girone, e i greci, maggiore rivelazione di questa prima parte degli Europei. Ultimo precedente nelle qualificazioni ai Mondiali del 2002 con doppio successo tedesco: l’andata in Germania terminò 2-0, il ritorno in Grecia 4-2 per i tedeschi. Nella fase finale di una manifestazione l’ultimo incontro risale agli Europei del 1980: a Torino Grecia-Germania Ovest terminò 0-0 (unico punto dei greci nel girone A vinto dai tedeschi, poi trionfatori).

Spagna e Francia scenderanno invece in campo il 23 giugno, a Donetsk per il quarto di finale più affasciante: il derby dei Pirenei, infatti, vede sfidarsi le vincitrici di due degli ultimi tre Europei (2000 e 2008) e due degli ultimi quattro Mondiali (1998 e 2010). Ultimo precedente ai Mondiali del 2006: agli ottavi un rigore di Villa illuse gli spagnoli, portandoli in vantaggio; le reti di Ribéry, Vieira e Zidane regalarono successo, per 3-1, e passaggio del turno ai francesi. Spagna che, in incontri ufficiali, non ha mai battuto la Francia: il bilancio delle 6 partite disputate tra qualificazioni e fasi finali vede infatti 5 successi dei transalpini e un misero pareggio, a Euro ’96. Da segnalare anche un curioso precedente: l’ultima sfida ai campionati europei risale a Euro 2000; erano sempre i quarti di finale e la Francia, dopo aver battuto per 2-1 gli spagnoli (Raul sbagliò un rigore all’89’), sconfisse il Portogallo in semifinale per poi laurearsi campione nella finale thriller contro l’Italia. Sequenza di incontri possibile anche in questa edizione: che la sconfitta con l’Ucraina nasconda un velo di scaramanzia?

Per vedere in campo l’Italia dovremo invece aspettare il 24 giugno: a Kiev gli azzurri se la vedranno contro l’Inghilterra, vincitrice del girone D. È l’unico quarto di finale tra squadre ancora imbattute in questi Europei: gli azzurri vengono infatti da due pareggi e una vittoria mentre gli inglesi han ottenuti due successi e un pari, contro la Francia. Ultimo precedente che risale alle qualificazioni per il mondiale del 1998: nell’andata fu una rete di Zola a regalare la prima storica vittoria italiana a Wembley (1-0 il finale) mentre il ritorno a Roma si chiuse a reti bianche. Ciò nonostante furono gli inglesi a vincere il girone e a mandare l’Italia agli spareggi, poi vinti contro la Russia (playoff d’andata che vide l’esordio con la maglia azzurra di Buffon). L’ultimo incontro nella fase finale di una competizione è datato invece 1990 quando, nel Mondiale di casa, l’Italia si aggiudicò la finalina per il terzo posto per 2-1: di Roberto Baggio e Schillaci (su rigore) le reti azzurre; nel mezzo il momentaneo pareggio di David Platt.

Portogallo, Italia, Grecia e Spagna, dunque, contro Repubblica Ceca, Inghilterra, Germania e Francia: che sia la rivincita dei PIGS? I quattro stati che, con l’Irlanda, sono stati definiti PIGS (acronimo delle iniziali) per via dei problemi economici che li affliggono potrebbero infatti prendersi una rivincita calcistica monopolizzando le semifinali degli Europei.

Semifinali che si disputeranno il 27 e 28 giugno: la prima andrà in scena a Donetsk e vedrà in campo le qualificate dei match tra Repubblica Ceca-Portogallo e Spagna-Francia; la seconda si giocherà a Varsavia tra le vincenti di Germania-Grecia e Inghilterra-Italia.

La finale, come detto, è fissata per il 1° luglio allo stadio Olimpico di Kiev e decreterà la vincitrice della quattordicesima edizione dei campionati Europei di calcio.

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it