Clausura 2012, tutto in 180 minuti!

Ancora emozioni nel Clausura Argentino. Tante emozioni. Il Boca si fa imporre il pareggio al “Florencio Sola” dal Banfield, e guarda dietro tutte le inseguitrici vincere. La classifica adesso si fa densissima: sei squadre in tre punti, con ancora due gare da giocare. Non steccano infatti Arsenal, Newell’s, Tigre, Velez e All Boys che si rilanciano per il  titolo finale. Con il Boca impegnato nella doppia delicatissima sfida di Copa Libertadores contro i cileni dell’Universidad de Chile, il finale si fa sempre più Thrilling. Riuscirà la squadra di Falcioni a tenere il doppio impegno? Conserverà le energie psicofisiche per affrontare quattro battaglie in serie? Difficile dirlo, certamente agli “xeneizes” non mancano nè i giocatori nè la tempra per affrontare le future sfide. Il pareggio nel sud dell’Argentina, maturato dopo una partita giocata in superiorità numerica fin dal quinto minuto, può suonare come un piccolo campanello d’allarme. Al gol dei padroni di casa di Agustin Alayes, viziato da un palese fuorigico, ha” risposto” l’autorete di Ladino, pressato dal Tanque Silva. Un buon pareggio per il Banfield, ancora in zona Spareggi.

Grande partita dell’Arsenal di Alfaro che surclassa al “Viadocto” l’Argentinos Juniors. Subito in vantaggio con Lopez, sugli sviluppi di un corner, la squadra di casa poi chiude la partita con l’autorete di Juan Sabia. Nel finale c’è tempo per la rete di Morales che riapre parzialemente la gara, e per il sigillo finale di Leguizamon dagli undici metri. Domenica c’è Boca-Arsenal alla “Bombonera”. Un semestre in novanta minuti insomma.

Il Tigre potrebbe coronare il suo campionato con la salvezza matematica e il titolo già dalla prossima settimana. Battendo il Velez infatti, si lancerebbe al vertice, mettendo un bel mattone in ottica spareggi. L’ennesimo trionfo stagionale, contro l’ottimo (almeno nell’ultimo periodo) San Lorenzo di Caruso Lombardi, oltre a inguaiare il “Ciclon”, mette i rossoblu nelle condizioni di esseri arbitri del proprio destino. La doppietta di Martinez e il gol di Maggiolo, fanno sprofondare il San Lorenzo nel buio della Segunda. Inutile il gol del “Pipi” Romagnoli direttamente su calcio di punizione.

Ritorna a correre la “Lepra” dopo la cocente delusione di Boedo. Vincono gli uomini di Martino contro l’Independiente in rimonta, grazie alle reti di Perez e Aquino nel finale, che rimontano l’iniziale vantaggio di Farias. Il sogno continua. Dopo gli ultimi deludenti semestri, l’arrivo del “Tata” ha riportato entusiamo e voglia di vincere. Il calendario nelle ultime due partite vedrà la squadra di Rosario affrontare il San Martin a San Juan e il Lanus in casa. Non un finale impossibile.

Ritorna in corsa in Velez Sarsfield di Gareca, ormai dai più dato per spacciato dopo l’eliminazione in Copa e il distacco accumulato dalla vetta. Vince al “Jose Amalfitani” contro l’Atletico Rafaela, ora agli spareggi Promocion. Il “Burrito” Martinez e il rigenerato Obolo incanalano la partita per il “Fortin”, solo spaventato dalla rete di Carignano.

Dietro le pretendenti al titolo più o meno dichiarate alla vigilia, troviamo la rivelazione di questo semestre: l’All Boys. Priva di grandi individualità, ma con un impianto di gioco di tutto rispetto, L’Albo ha meravigliato tutti con la solidità difensiva, ottenendo fin qui il miglior record dell’intero torneo, con soli undici reti subiti. Merito di Cambiasso, portiere stagionato (e fratello di Esteban centrocampista dell’Inter) e del tecnico Romero. Davanti il bomber Matos ha fatto il resto. Il tre a uno contro l’Estudiantes di Zuccarelli, è stato l’emblema delle due stagioni. Esaltante per l’All Boys, frustrante per il “Pincha”.

Il Lanus pareggia due a due a Bahia Blanca contro l’Olimpo, dopo esser stato in vantaggio di due lunghezze nel primo tempo. Alla doppietta di Regueiro, ha risposto l’orgoglio dei già retocessi padroni di casa, a segno con Franzoia  e Guedes. Traballa la panchina di Schurrer.

Vince dopo tempo immemore il Godoy Cruz. Il “Tomba” infligge al tranquillo Belgrano la sconfitta. Le reti del match  sono firmate da Navarro e Ramirez per il Godoy Cruz, e da Perez su rigore per il “Pirata”.

Chiudiamo con due pareggi: 0-0 a Santa fe tra Union e San Martin, in un partita giocata meglio dai padroni di casa,  più tranquilli e con un Promedio ottimo per essere una neopromossa, e quello del “Cilindro” di Avellaneda tra Racing e Colon, per 1-1. L’ Academia continua a non trovare continuare, e la cura Zubeldia sembra  non portare gli effetti sperati. Viola illude i tifosi della “Guardia Imperial”  in apertura, ma poi, al novantesimo, l’errore del “Cino” Saja regala il pareggio a Higuain.

Nel fine settimana ci si gioca tutto: Boca- Arsenal ( domenica alle 24, 15 in diretta su Sportitalia) e Velez- Tigre per la vetta,  dietro il Newell’s a San Juan e l’All Boys alla “Paternal”. In coda il San Lorenzo va in casa dell’ Independiente, il Banfield gioca a Cordoba contro il Belgrano e l’Atletico Rafaela ospita il Racing. Tutte sfide ad altissima tensione. Un finale cosi è un spot per il tutto il calcio. Tutto o niente. L’essenza dello sport, l’essenza della vita.

 

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it