Allegri: “Smetto tra 10 anni. Sulle scommesse…”

L’allenatore del Milan Massimiliano Allegri rilascia alcune interessanti dichiarazioni riguardo il suo futuro, e dice la sua anche sul tema calcioscommesse.

Il tecnico livornese del Milan è stato intervistato dal settimanale Chi ed ha confessato le sue ambizioni per il futuro professionale: “Credo che tra dieci anni smetterò di fare l’allenatore – afferma Allegri – ho iniziato cinque anni fa e credo che quindici anni come allenatore possano bastare, anche perchè con tutto questo schifo poi ti passa la voglia. Terminerò a cinquantacinue anni. La Nazionale? Sì, ammetto che è il mio sogno arrivare a guidare la panchina azzurra un giorno. Balotelli? Non verrà al Milan, ma è importante che maturi, perchè un giocatore non ha molti anni di carriera davanti a sé e quindi è bene non abbia rimpianti per errori commessi in passato“.

Infine, il tecnico rossonero interviene sui tristi fatti di Scommessopoli: “Credo che per arrivare a tanto bisogna essere malati, avere una vera e propria patologia – spiega – Oppure un’altra spiegazione può comprendere i disperati. Calciatori o allenatori di categorie minori, dove la società non paga con regolarità gli stipendi e che quindi fanno fatica ad arrivare a fine mese. In passato anch’io avevo una passione per i cavalli, ma un conto è investire il proprio denaro, un altro è vendere o comprare partite“.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.