Schalke-Raul: Addio con tutti gli onori

A fine stagione sarà sancito ufficialmente l’addio di Raul con lo Schalke 04. Ieri la società e il giocatore hanno infatti annunciato che non continueranno insieme il loro cammino e che il contratto dello spagnolo, in scadenza a giugno, non verrà rinnovato. Un addio annunciato e senza polemiche con lo Schalke che si appresta ad onorare il giocatore.

Raul lascia così dopo due stagioni ricche di gol, in Germania e in Europa, lo Schalke 04 portato alla conquista della DFB Pokal e alla semifinale di Champions League. La società tedesca per ringraziarlo del contributo dato alla crescita del club ha così deciso di ritirare a tempo indeterminato la maglia numero 7 e di organizzare una grande partita d’addio per quello che è uno dei più grandi bomber nella storia europea.

Il futuro di Raul sarà infatti lontano dall’Europa e dallo stress dei suoi campionati. Questo almeno ascoltando le parole dell’ex madridista che ha annunciato: “Porterò queste due stagioni nel cuore per sempre, in questo club mi sono sentito come a casa e voglio ringraziare tutti, dallo staff ai tifosi, per avermi sempre sostenuto. La decisione di andare via non è facile per me. – continua Raul – Il futuro? Non giocherò più in un grande campionato ne in Europa. Ho diverse offerte dall’estero e le valuterò”.

Per Raul si profila un futuro in un campionato emergente, che cerca big per dare lustro internazionale alle proprie competizioni. Qatar, Cina e USA sono in fila per portare lo spagnolo a giocare nei rispettivi campionati.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.