La cronaca delirante di Milan – Inter (aggiornata in tempo reale)


Cosa potrebbe succedere se in tribuna ci fosse un giornalista ubriaco intento a scrivere la cronaca della partita?. Beh, probabilmente qualcosa di simile a tutto questo:

20:49 – La partita sta per iniziare, i capitani sono al consueto sorteggio della monetina. Da una parte l’ottuagenario Zanetti, dall’altra un uomo calvo con dei guantoni e lo sguardo incazzoso: ah, è Abbiati, non Mike Tyson. Ora c’è da chiedersi quale profonda crisi rossonera possa averlo portato a essere capitano: Baresi si starà rivoltando… in tribuna.

20:53 – Pazzini avanza, Van Bommelo lo guarda, vede un uomo che gli ricorda un bulletto che lo pestava da piccolo e interviene in tackle prendendo tutto meno che la palla. Divertente vedere come il centrocampista rossonero abbia anche da ridire quando il direttore di gara decide di fischiare il fallo.

20:54 – L’Inter batte la punizione, sbuca con ottimo tempismo Thiago Motta (detto “Luca Rossi” per renderlo più italiano agli occhi di Prandelli) che insacca di testa. Il fuorigioco c’è ma non si vede, nel senso che nemmeno al replay riusciamo a capire il perché dell’annullamento della segnatura. I maligni dicono che Orsato sostituirà presto la Carlucci nelle fila del PdL.

20:59 – Pur di non far giocare Filippo Inzaghi, Max Allegri decide di far giocare sia Pato (che avvelenerebbe volentieri ad ogni pasto), che Emanuelson in posizione da trequartista. A questo punto direi che “super Pippo” troverebbe più spazio da titolare, da qui a giugno, militando nel Real Madrid.

21:02 – Boateng colpisce Thiago Motta con una pallonata alla bocca dello stomaco. Interista a terra e Interflora impegnata a raccogliere l’ordine per la corona di fiori. L’unica certezza è che l’interista, anche qualora avesse perso due costole nel colpo ricevuto, non potrebbe far peggio di Emanuelson.

21:06 – E’ ufficiale: Alvarez è in campo e tocca il suo primo pallone… perdendolo.

21:11 – Boateng riceve palla in area e spara alto: penso lo abbia fatto per non far sentire troppo inadeguato Emanuelson.

21:12 – Ho appena ricevuto una telefonata da parte dell’avvocato di Emanuelson. Quindi, come vi stavo dicendo, il giovane centrocampista olandese è in assoluto il migliore in campo, ha dalla sua un passato strepitoso passato in una gloriosa compagine quale l’Ajax e, inutile dirlo, è di gran lunga il più bello dei ventidue in campo.

21:13 – La partita è vibrante ed entrambe le squadre continuano la ricerca del gol, con frequenti capovolgimenti di fronte. A palla lontana, Thiago Motta cade al suolo, apparentemente toccato duro da Ibrahimovic. Impennata di scommesse sulla possibile dipartita dell’italo-brasiliano già durante il primo tempo. Doni prima nega tutto, poi confessa dicendo che ha fatto tutto per amor dell’Atalanta (?!?).

21:20 – Il Milan ora schiaccia l’Inter nella propria trequarti, i nerazzurri sembrano in difficoltà. Vi dico solo che in questo delirio Abate pare il Ronaldinho dei tempi d’oro… quando la birra ancora non lo chiamava “mon amour”.

21:29 –  La partita stava un tantinello deludendo e non sapevo cosa scrivere… fortuna che gioca anche Alvarez (giuro), assolutamente capace di allietarci: solo in area, a tu per tu con Abbiati, non tira di destro, cincischia, si beve un caffè, si porta la palla sul sinistro e… tira ad minchiam (Scoglio, cit.). Nulla di fatto; la curva nerazzurra chide a gran voce il ritorno di Ruben Sosa.

21:31 – Maicon e Nesta sono dei giganti stasera. A centrocampo, invece, quattro alieni stanno disegnando indisturbati cerchi da quindici minuti.

21:35 – Grandissimo tiro da fuori di Van Bommel che centra la traversa; sul proseguo dell’azione, gran numero di Emanuelson che sfiora la rete. I Maya lo avevano detto…

21:37 – Termina un primo tempo dove il 99% delle emozioni si sono vissute negli ultimi dieci minuti. Nella prima mezz’ora i calciatori hanno preferito tenere un basso profilo per rispetto delle vittime del Titanic. In Italia ci arriviamo tardi ma ci arriviamo, eh… una cosa per volta…

21:52 – Le squadre sono pronte al rientro in campo. Il fatto che potrebbero non esserci cambi (nonostante tutto), la dice lunga sullo stato di forma delle alternative presenti sulle panchine milanesi. Il procuratore di Emanuelson voleva vi ricordassi che con l’Ajax segnò ben 17 reti.

21:55 – Se pressati lanciano lungo; se non sono pressati lanciano lungo… è davvero una bellissima partita di ping pong e la linea di centrocampo fa da rete.

21:59 – Sombrero di Van Bommel ai danni di Alvarez. Di fronte al giovane argentino anche Antonini potrebbe essere scambiato per Cristiano Ronaldo.

22:02 – Errore pazzesco di Abate, che permette a Milito di involarsi e battere Abbiati con un tiro di sinistro a incrociare. Ok, sta giocando anche “el principe”, buono a sapersi.

22:05 – Pato si infuria con Orsato per la non concessione di una rimessa laterale. Poi si volta verso la tribuna vip, mostra i peli sul petto, indurisce il bicipite e urla a Barbara Berlusconi: “baby, ci vediamo più tardi! Grrr!”.

22:11 – L’Inter sembra fisicamente in palla e contina a spingere: al tiro va Alvarez… palla in rimessa laterale (e nemmeno tanto vicina alla bandierina del corner…).

22:15 – Esce Zambrotta, entra Robinho. Entra Chivu ed esce Alvarez. Ho appena perso due sicure fonti di ispirazione. Peccato.

22:16 – Anche Nesta, dopo Boateng, riceve un cartellino giallo per intervento diretto sull’avversario. Erano entrambi diffidati. Sembra proprio l’anno della Juve.

22:20 – La partita è davvero bella quando abbiamo ormai superato la metà del secondo tempo. Intanto Emanuelson è stato riportato sulla mediana… quindi Allegri a vincere il derby un po’ ci tiene…

22:24 – Torna in campo Sneijder dopo il lungo infortunio e tocca a Milito uscire. Oggettivamente aspettarsi che Milito possa segnare una doppietta al derby pare fantacalcio: il bonus è già bello che andato.

22:28 – Emanuelson, in area, passa la palla sui piedi di Zanetti. Fortuna per il brasiliano che il capitano nerazzurro non si distingua per prolificità e il tiro risulta inoffensivo.

22:29 – Entra Seedorf e la sua prima palla è un assist sui piedi di Maicon in area di rigore. Vale il discorso fatto per Zanetti e palla sul fondo.

22:31 – Seedorf tira praticamente da casa sua, dopo aver chiuso a chiave e annaffiato le begonie. Julio Cesar esce dalla naftalina e salva in tuffo.

22:33 – Robinho riceve palla da Ibra a due passi e sparacchia male, di punta su Julio Cesar. Prima cicca il tiro su assist di Ibrahimovic. Poi tenta una finta impossibile e insensata perdendo palla. Nel mentre è entrato in campo anche il piccolo faraone. El Cirque Du Soleil ha già chiesto i diritti al Milan.

22:35 – L’Inter potrebbe facilmente tenere due soli uomini alti e fare sfracelli contro un Milan ormai di soli attaccanti, trequartisti, nani e ballerine. Invece tutti a difendere a oltranza, muraglia cinese di fronte alla porta difesa da Julio Cesar e prove di anticalcio. Riuscite.

22:41 – El Sharaawy non gradisce il sombrero di Lucio e colpisce l’avversario allo stomaco con un colpo fortuito. L’interista crolla a terra toccandosi il volto. Fair play a go go!

22:42 – Finisce così il derby con la vittoria dell’Inter con gol di Milito. Occasioni da ambo le parti e gara che sarebbe potuta terminare in ogni modo. Allegri prima o poi ci spiegherà cosa aveva bevuto prima di scegliere l’undici da mandare in campo. Da notare come El Sharaawy, in pochi minuti, abbia fatto più di quanto siano riusciti a fare, in tutta la gara, Seedorf, Emanuelson, Robinho e Abate messi assieme. Faraoncino inplume e incompreso.

22:46 – Termina qui la nostra diretta live, nella speranza che l’abbiate gradita. Grazie per essere stati in nostra compagnia e buona serata da Mondopallone.

Condividi
Nato a Salerno il 19 luglio 1982, cerca di vivere il calcio in ogni modo: scrivendone, praticandolo e allenando squadre giovanili. Da quasi un anno è inoltre presidente di una squadra amatoriale di calcio a Milano.