Bologna-Milan 2-2. Rocchi in giornata no, negato un rigore netto ai rossoblu

E’ l’arbitro Rocchi il principale protagonista dell’incontro del Dall’Ara. La direzione di gara del fischietto fiorentino è stata ampiamente criticata dal pubblico bolognese. L’episodio più clamoroso avviene verso la fine del primo tempo quando non viene visto un netto fallo di mano di Seedorf in area di rigore. Nonostante il centrocampista olandese neghi il tocco con il braccio, la moviola non lascia spazio ad eventuali dubbi e conferma la svista arbitrale. Lamentele dei felsinei anche sul calcio di rigore milanista del momentaneo 1-2. Il fallo di Raggi su Ibrahimovic sembra evidente, ma la difesa rossoblu ha protestato per la posizione irregolare di Pato.

 

Sul campo è stata battaglia.Una partita ricca di agonismo, con un Bologna coriaceo capace di fermare la corazzata rossonera. La traversa rossonera colpita da Ibrahimovic non spaventa i padroni di casa che passano in vantaggio all’8′: Di Vaio, lanciato in profondità di Diamanti, si libera della marcatura di Thiago Silva e batte Amelia con un preciso lob. La risposta milanista non si fa attendere. Azione di Prince Boateng che appoggia per Seedorf, letale con il suo destro nel battere Gillet. Tanto nervosismo al rientro negli spogliatoi per il mancato rigore non concesso da Rocchi.

Nella ripresa è subito bologna con un palo di Di Vaio e Ramirez che da pocchi passi non trova il tempo giusto per il tiro. Al 70′ Ibrahimovic trasforma il rigore del soprasso milanista, ma la gioia degli uomini di Allegri dura pochi minuti perchè Diamanti, sfruttando una papera di Amelia, realizza il gol del definitivo 2-2.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it