Site icon

Il Servette vince la prova generale della finale: Lugano battuto 0-2

Copyright Mondosportivo.it/Silvano Pulga

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Passerella finale per il Lugano, matematicamente al secondo posto, e prova generale per la finale di Coppa a Berna, domenica prossima, proprio contro il Servette, avversario della serata. I bianconeri, che schierano praticamente solo le seconde linee, vengono sconfitti dai granata grazie a una doppietta di Guillemenot, che segna un gol per tempo. 

Primo affondo, e ginevrini in gol al 4′: Guillemenot cerca la profondità, e viene servito da  Stevanović. Conclusione secca sul primo palo e palla nel sacco. I bianconeri accusano il colpo, anche se provano a riorganizzarsi: al 16′ combinazione Aliseda/Espinoza, con tiro dalla distanza di quest’ultimo, di poco alto. Al 21′ ci prova Vladi, da buona posizione in area, con lo stesso esito. I ginevrini si difendono però con ordine e, quando ripartono, lo fanno con meno frenesia e più efficacia: al 25′ Ondoua calcia bene nell’angolo alla sinistra, ma Babic è attento e devia. Stevanović manda la ribattuta sull’esterno della rete. Al 42′ bello spunto di Aliseda, con palla che arriva in area: Vladi colpisce bene di testa nell’angolino basso a sinistra, ma Mall risponde e mette in angolo con un ottimo riflesso.

Si riparte con gli ospiti che prima falliscono al 49′ una facile occasione con Ondoua, che manda alto dal dischetto del rigore una seconda palla, per poi raddoppiare al 52′ ancora grazie a Guillemenot, con un’azione fotocopia di quella del primo tempo. Stavolta, l’assist è di Kutesa. I ginevrini, che schierano qualche titolare in più, giocano decisamente meglio: meno errori in palleggio, maggior concretezza e buone verticalizzazioni. Nel finale, i ticinesi provano a guadagnare qualche metro, ma è Cognat a sfiorare il terzo gol al 76: Berbic gli chiude il primo palo. Gli ultimi minuti vedono gli ospiti in agevole controllo degli avversari, alla ricerca del gol per riaprire l’incontro. Ma, nonostante i 4′ di recupero concessi dall’arbitro, nel corso dei quali Celar ha una bella occasione, trovando però il piede destro del portiere avversario a respingere, il risultato non cambia più: 0-2 per il Servette, e arrivederci a Berna, domenica prossima.

LUGANO-SERVETTE  0-2  (0-1)  

Lugano (4-3-2-1): Berbic 6.5; Espinoza 6 (56′ Hajrizi 6), El Wafi 6.5, Hajdari 6, Marques 6.5 (56′ Celar 6); Macek 5.5, Aliseda 6 (77′ Babic 6), Sabbatini 6; Cimignani 5, Mahou 5.5 (68′ Reynolds 6); Vladi 5.5 (64′ Przybylko 6). A disp.: Saipi; Bottani, Valenzuela, Babic, Belhadj. All.: Croci-Torti 6
Servette (4-2-3-1): Mall 6.5; Tsunemoto 6.5, Bronn 6, Severin 6, Mazikou 6.5; Magnin 6 (88′ Baron sv), Ondoua 6; Stevanović 6.5, Cognat 6.5 (88′ Nishimura sv), Kutesa 6.5 (90′ Ouattara sv); Guillemenot 7 (77′ Bolla 6). A disp.: Frick; Rouller. All.: Weiler
Arbitro: Kana
Marcatori: 4′ e 52′ Guillemenot (S)
Note- Ammoniti: 57′ Hajdari (L); 40′ Severin, 70′ Guillemenot (S)

Exit mobile version