Site icon

A Cornaredo i fuochi artificiali del Rabadan: Lugano e YB chiudono sul 3-3

Copyright Mondosportivo.it/Silvano Pulga

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Per l’undici di Mattia Croci-Torti, ancora a secco di vittorie casalinghe in questo 2024, c’è l’ostacolo Young Boys. Ne esce una bella partita, chiusasi sul pareggio nella prima frazione per effetto delle reti di Colley e Bislimi, e chiusasi poi con un pirotecnico 3-3, per effetto dei gol di Mvuka, Hajrizi, Ugrinic e Celar su rigore.

Si parte subito, sotto la pioggia battente, con un paio di brividi per i padroni di casa, col primo che nasce da un clamoroso svarione difensivo da parte di Bislimi: Saipi è però pronto in entrambe le occasioni. Al 9′ gli ospiti passano: bella percussione centrale da parte di Ugrinic, che ruba palla a Belhadj e poi, dal limite, serve Colley a centro area: per il numero 11 infilare Saipi in uscita è un gioco da ragazzi. I bianconeri, gravati da numerose assenze, appaiono in difficoltà in questa fase anche se, al 16′ costruiscono una bella azione conclusa da Sabbatini con un tiro fuori di poco. L’occasione rinfranca un pochino i padroni di casa, che provano a mettere il naso nella metà campo avversaria, anche se gli ospiti appaiono superiori, seppure non imperforabili dietro. Al 29′ bell’azione dei bernesi: cross di Blum dalla destra e colpo di testa di Itten, con palla fuori di poco alla destra di Saipi, rimasto immobile tra i pali. In questa fase i gialloneri (questa sera in maglia bianca) appaiono superiori, ma i ticinesi riescono a rimanere in partita: Mahou, al 38′, calcia fuori dopo una bella discesa sulla sinistra. E allo scadere arriva la rete del pari: discesa di Valenzuela ancora sulla sinistra, sfera messa al centro che arriva al liberissimo Bislimi, per il quale insaccare è un gioco da ragazzi.

Ripresa con lo stesso copione della prima frazione, ma con i padroni di casa che appaiono più solidi, ma che incassano la rete dell’1-2 al 52′. Itten, di testa, corregge la rimessa laterale di Blum, e serve il nuovo entrato Mvuka il quale, da centro area, anticipa l’avversario diretto e fa secco Saipi. Ma i bianconeri rispondono dopo 4′: angolo di Grgić da sinistra e testa vincente di Hajrizi per il 2-2. La partita è una giostra e, al 63′, Ugrinic riporta la capolista in vantaggio: discesa di Mvuka sulla sinistra e palla all’indietro per l’ex Lucerna il quale, lasciato solo poco dentro l’area, insacca facilmente il vantaggio per i suoi. Ma non è finita: al 73′ Celar segna, con un contropiede magistrale, ma il gol viene annullato per un fallo di Belhadj su Hadjam il quale, perdendo palla, aveva permesso la ripartenza vincente dei bianconeri. Al 79′ rigore per i padroni di casa, per fallo di mano di Itten. Trasformazione affidata a Celar, con palla che solleva la rete come se l’avesse investita uno squalo. All’88’ occasionissima per gli ospiti: ma prima il palo dice no a Itten e poi, sulla seconda palla, Mvuka fallisce una facile occasione. I cinque minuti di recupero sono di fuoco, con i bernesi a spingere, e i ticinesi a reggere, incitati dal proprio pubblico: il risultato non cambia, e la sfida si chiude sul 3-3.

LUGANO-YOUNG BOYS  3-3  (1-1)  

Lugano (4-3-3): Saipi 6; Hajrizi 6.5, Mai 6.5, Hajdari 5.5 (67′ Espinoza 6), Valenzuela  6.5; Sabbatini 6, Grgić 6.5, Belhadj 6 (78′ Vladi 6); Mahou 6.5 (78′ Macek 6), Celar 6.5 (85′ Bottani sv), Bislimi 6.5. A disp.: Berbic; Dürrer, El Wafi, Nkama. All.: Croci-Torti 6
Young Boys (4-3-3): von Balmoos 6; Hadjam 6 (82′ Persson sv), Camara 6, Lustenberger 5, Blum 6.5; Ugrinic 6.5, Lauper 6, Lakomi 5.5 (81′ Males sv); Monteiro 6.5 (81′ Ganvoula sv), Itten 5.5, Colley 6.5 (46′ Mvuka 7). A disp.: Racioppi; Amenda, Chawa, Janko. All.: Wicky
Arbitro: Gianforte
Marcatori: 8′ Colley (YB), 45’+1 Bislimi (L), 52′ Mvuka (YB), 56′ Hajrizi (L), 62′ Ugrinic (YB), 80′ Celar (rig – L)
Note- Ammoniti: 82′ Grgić, 87′ Espinoza (L); 60′ Camara (YB)

Exit mobile version