Site icon

Con fatica, ma il Lugano la porta a casa: 2-1 sul Winterthur a Cornaredo

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Seconda partita casalinga, per il FC Lugano, questa volta contro i Leoni del Winterthur. Nell’ultima a Cornaredo del 2023, i bianconeri la portano a casa, con una rete nella prima frazione di Steffen e nella ripresa di Celar; per i biancorossi, in rete Ballet nel recupero.

Mattia Croci-Torti applica una nutrita rotazione dopo la sconfitta di mercoledì sera. I suoi partono benino, nonostante un avversario dinamico che, nei primi minuti, tiene il baricentro alto e un buon ritmo partita. Al 18′ bell’azione dei padroni di casa: Vladi colpisce il legno alla sinistra del portiere con un colpo di testa, da ottima posizione. Gli ospiti si fanno intraprendenti, forti di una migliore freschezza fisica, e guadagnano una serie di corner, senza esito. In questa fase, i ticinesi faticano parecchio a ripartire, nonostante gli spazi per farlo ci sarebbero, visto che gli zurighesi tengono il baricentro piuttosto alto. Al 37′, punizione di Steffen dalla tre quarti di sinistra e testa di Espinoza: palla alta. Al 39′ i padroni di casa passano: azione di Steffen sulla sinistra, con palla che arriva a Vladi. L’attaccante la difende e la serve a Espinoza sulla fascia destra: il sudamericano vede il nazionale elvetico tutto solo sul secondo palo, e lo serve. Steffen colpisce da distanza ravvicinata di sinistro, con la sfera che s’insacca, dopo essere carambolata sul palo.

Ripresa, coi biancorossi in avanti a caccia del pari. Mattia Croci-Torti ne cambia 4 nel giro di 7′, per dare un po’ di freschezza ai suoi, e guadagnare qualche metro di campo. La partita non decolla: gli ospiti hanno perdo un poi’ di freschezza, ma i padroni di casa faticano a ripartire. Al 76′ però i bianconeri riescono a far partire un contropiede micidiale: Celar cerca la profondità, e poi mette sui piedi di Steffen un pallone invitante: il nazionale, da posizione centrale, incredibilmente manda sul fondo. 2′ dopo, sono gli ospiti a fallire il pareggio con Ramizi, che manda alto da ottima posizione. Le squadre ormai i sono allungate, e ogni ripartenza pò far male. E all’83’ i bianconeri vanno in gol con una bella combinazione in contropiede Steffen/Celar, che mette lo sloveno davanti a Keller: tocco morbido, e palla in fondo alla rete. La partita di fatto si chiude qua: anche se nei 5′ di recupero concessi dall’arbitro i biancorossi accorciano con un’azione personale del nuovo entrato Ballet, il Lugano chiude il 2023 in Ticino con una vittoria.

LUGANO-WINTERTHUR  2-1  (1-0)

Lugano (3-5-2): Saipi 6; Hajrizi 6, Mai 6.5, Hajdari 6 (57′ Arigoni 6); Espinoza 5.5, Macek 5 (64′ Bislimi 6), Sabbatini 6.5, Belhadj 5.5, Cimignani 6 (57′ Mahou 6); Steffen 6 (87′ Babic sv), Vladi 6 (64′ Celar 6). A disp.: Deana; Durrer, El Wafi, Morandi. All.: Croci-Torti 6.5
Winterthur (4-2-3-1): Keller 6; Gantenbein 5, Lüthi 6, Arnold 6, Schättin 6.5 (87′ Diaby sv); Corbaz 6.5, Zuffi 6; Schneider 6.5 (75′ Ramizi 5), Di Giusto 5.5 (Ballet 6.5), Ltaief 5.5 (46′ Burkart 6); Buess 6 (75′ Turkes 6). A disp.: Kuster; Holenstein, Sidler, Schmid. All.: Rahmen
Arbitro: Wolfensberger
Marcatori: 39′ Steffen (L), 83′ Celar (L), 90 + 2 Ballet (W)
Note- Ammoniti: 16′ Belhadj, 35′ Hajdari, 74′ Arigoni, 90+2 Hajrizi, 90 + 4 Bislimi (L); 82′ Burkarth, 84′ Schättin (W)

Exit mobile version