Site icon

Australia 2023 – Il riepilogo della seconda giornata

logo mondiale femminile australia nuova zelanda 2023

Dopo la giornata inaugurale che ha visto le vittorie di entrambe le nazioni ospitanti, ovvero Australia e Nuova Zelanda, i Mondiali Femminili entrano nel vivo con la seconda giornata dove si disputano tre gare. E anche oggi è arrivata una sorpresa.

La prima gara di giornata ha visto, per il Gruppo B, contrapporsi il Canada e la Nigeria. Il primo tempo ha visto una sostanziale parità con un’occasione per parte, un tiro di Sinclair alto per le canadesi e una conclusione di Onumonu parata per le nigeriane. Il secondo tempo si apre con un rigore per le americane concesso dopo revisione al VAR per un contatto in area tra Sinclair e Ordega: dal dischetto si presenta la stessa Sinclair che tira però malissimo e si fa parare da Nnadozie. Le canadesi provano a fare loro il match ma l’unica emozione arriva nel finale quando la nigeriana Abiodun viene espulsa per un brutto fallo su Lawrence. Finisce quindi a reti bianche per la gioia delle australiane che ora comandano il girone.

Gruppo B

Canada-Nigeria 0-0

CLASSIFICA: Australia 3, Canada e Nigeria 1, Irlanda 0.

Nella seconda gara del giorno si sono sfidate Filippine e Svizzera per il Gruppo A. La formazione elvetica ha dominato la gara fin dalle prime battute, chiudendo le asiatiche nella loro metà campo, ma nel primo tempo il risultato rimane fermo sulla parità nonostante i tanti tiri delle europee e un gol annullato alle filippine per fuorigioco fino al 45′ quando viene concesso un rigore per fallo in area di Cowart su Sow: dal dischetto si presenta Bachmann che non sbaglia. Nella ripresa continua il forcing della Svizzera che porta al secondo gol grazie a Piubel che approfitta di una mischia in area e super il portiere con un potente tiro ravvicinato. Le svizzera aumentano la pressione ma il risultato rimane fermo sul 2-0 fino al fischio finale.

Gruppo A

Filippine-Svizzera 0-2 45′ rig. Bachmann, 64′ Piubel

CLASSIFICA; Svizzera e Nuova Zelanda 3, Norvegia e Filippine 0.

L’ultima gara di oggi ha visto per il Gruppo C la Spagna incontrare il Costa Rica. Sin dalle prime battute le iberiche si sono spinte in avanti alla ricerca del gol del vantaggio, sfiorando più bolte la marcatura con Gonzalez e Bonmati, fino al 21′ quando un crossi di Gonzalez viene deviato nella propria rete da Dal Campo. Da lì cominciano tredici minuti d’oro per la Spagna che in questo lasso di tempo non solo segna altre due reti ma sbaglia anche un rugore. Ma andiamo per ordine. La seconda rete arriva al 23′ quando Bonmatì risolve una mischia in area con un preciso tiro a mezz’aria che si infila alla destra del portiere avversario, mentre la terza rete la segna 4′ Gonzalez Rodriguez, abile a ribadire in rete un colpo di testa di Hermoso finito sulla traversa. Pochi minuti dopo la Spagna avrebbe anche l’occasione per incrementare ulteriormente il vantaggio ma Hermoso tira malissimo il rigore concesso per atterramento in area di Carmona. Nella ripresa da segnalare la traversa di una indemoniata Bonmatì e la statistica dei 45 tiri finali da parte della Spagna per un 3-0 che non lascia alibi.

Gruppo C

Spagna-Costa Rica 3-0 21′ aut. Dal campo, 23′ Bonmatì, 27′ Gonzalez Rodriguez

Exit mobile version