I Pionieri del Calcio – Mediolanum e Milanese, le squadre meneghine scomparse

C’è stato un tempo in cui a Milano non c’erano solo Milan e Internazionale. Vi raccontiamo la storia di Mediolanum e Milanese, che sono entrate, a modo loro, nella storia del calcio meneghino.

Società per l’Educazione Fisica Mediolanum: la squadra che vinse il campionato ginnastico

La data di fondazione di questa società sportiva fu, molto probabilmente, l’11 febbaio 1896. Il quotidiano “Il Secolo” riportò la notizia: “Si è costituita in Milano una nuova Società ginnastica col nome di Mediolanum, presieduta ed istruita dal noto ginnasta rag. Alberto Alberti”. Ma anche il Corriere della Sera, poco meno di un mese dopo, ne dette notizia: “La Società Ginnastica Mediolanum, per iniziativa del suo Presidente signor Alberto Alberti, aprirà ai primi del prossimo aprile una sezione di giuochi ginnastici all’aperto. Il campo giuochi, che sarà uno dei primi che sorgono in Italia e che avrà sede in uno dei vastissimi cortili del Castello, gentilmente concesso dal Municipio, non potrà che fare onore alla città di Milano”.

La sezione calcistica venne aperta invece due anni più tardi, precisamente il 15 maggio 1898, precedendo di diciannove mesi la nascita dell’AC Milan. Così come le altre discipline sportive il calcio venne praticato nella splendida cornice del Castello Sforzesco. In realtà il cortile della fortezza era tutt’altro che ideale per giocare a calcio, visto che si trattava di un campo in terra battuta in cui erano soventi infortuni ed escoriazioni. Tra i giocatori del Mediolanum c’era anche Umberto Meazza, che qualche anno più tardi sarebbe divenuto il primo commissario tecnico della Nazionale Italiana.

Nonostante fosse stato tra i fondatori della Federazione Italiana del Football (l’antenata della FIGC), il Mediolanum partecipò a un solo campionato (nel 1902) e venne eliminata dal Genoa futuro campione d’Italia. In quegli anni si iscrisse ai tornei FGNI, organizzati dalla Federazione Ginnastica Nazionale Italiana, riuscendo a imporsi nel 1901 in finale contro la Palestra Ginnastica Ferrara. Fu un bagliore, perché nel 1904 il Mediolanum cessò la sua attività calcistica. L’anno successivo molti calciatori rimasti liberi decisero di fondare un nuovo sodalizio, l’US Milanese.

Unione Sportiva Milanese: la prima squadra di Milano prima dell’exploit di Milan e Inter

L’US Milanese nacque nel 1902. Si trattava di una polisportiva che si occupava di principalmente di rugby, ciclismo e basket. L’affiliazione alla Federazione Italiana del Football arrivò nel 1905, quando gli ex calciatori del Mediolanum, capeggiati da Meazza, vennero tesserati. Qui poterono allenarsi e giocare in condizioni migliori che in passato: non più il fatiscente cortile del Castello Sforzesco, ma un campo in ottime condizioni all’estrema periferia nord, in via Comasina.

Grazie all’alto valore tecnico della squadra, l’US Milanese seppe ritagliarsi un ruolo di primo piano. Nel campionato di esordio si piazzò terzo, dietro alle irraggiungibili Genoa e Juventus, che vinse il suo primo scudetto. Il vero exploit arrivò nel 1909, quando nel Campionato Federale, considerato il primo torneo moderno del nostro paese, riuscì a sconfiggere Milan, Internazionale nel girone eliminatorio lombardo. Superò anche il Venezia, ma dovette arrendersi al cospetto della Pro Vercelli.

Man mano che Milan e Internazionale cominciarono a crescere, l’US Milanese fu relegata a terza squadra meneghina. Il definitivo declino avvenne durante il periodo fascista, quando l’Ente Sportivo Provinciale Fascista, in sintonia con la volontà del regime di ridurre il numero delle squadre nelle massime categorie nazionali, ordinò la fusione tra US Milanese e Internazionale (la nuova squadra venne chiamata Società Sportiva Ambrosina). Solo con la caduta del regime l’US Milanese poté riprendere la sua attività, ma al termine della stagione 1945-46 cessò definitivamente la sua esistenza.