Lo strabiliante sesto posto del Rayo Vallecano

Di Fred Nagai, da MondoSportivo Brasil

Dopo due stagioni di assenza, lo scorso anno il Rayo Vallecano è tornato nell’élite del calcio, con buoni giocatori in squadra e un nuovo allenatore (che fa un ottimo lavoro). Si può dire che il Rayo, altra squadra di Madrid, stia decisamente sorprendendo nell’anno del suo ritorno in Liga.

Andoni Iraola: è lui l’allenatore 39enne che ha rilevato il club all’inizio della stagione ’20/’21 per giocare la Liga SmartBank (la Serie B in Spagna è chiamata così per motivi di sponsorizzazione). Campionato chiuso al 6° posto, che è valso l’accesso ai Playoff promozione. La semifinale vinta col Leganés ha aperto la porta che dava sull’ultimo atto: persa la prima partita, casalinga, contro il Girona per 2-1, la squadra di Iraola ha saputo reagire nel match di ritorno, battendo i padroni di casa per 2-0 (3-2 complessivo), assicurandosi così il 3° e ultimo posto per accedere nell’attuale Primera (Liga Santander).

Con l’accesso in Liga, il Rayo Vallecano è dovuto gioco forza tuffarsi sul mercato. I nomi di Ntenka, Sergi Guardiola, e dell’esperto Radamel Falcão, sono tra quelli maggiormente altisonanti, nel gruppo costruito per una (difficile) salvezza.

Attualmente, il 6° posto in campionato con 30 punti, 26 gol fatti e 20 subiti, il Rayo sta riuscendo a garantire una buona continuità (soprattutto in casa): sono ben 8 le vittorie (e un solo pareggio) rimediate a Vallecas. Oltre a un gioco incisivo e a un gruppo tenace, Óscar Trejo è il pezzo forte della squadra: 8 assist (è il 1° in classifica, nella Liga, in tal senso) e 3 gol segnati. Bene anche Radamel Falcão e Álvaro García, i capocannonieri della squadra con 5 gol ciascuno.

Andoni Iraola ha finora ottenuto il miglior piazzamento del Rayo in Liga, dopo 14 turni disputati (23 punti). Pur essendo un allenatore senza così tanta esperienza, fin dal suo arrivo al Rayo Iraola ha saputo essere perfetto nei momenti chiave: nella stagione in corso ha vinto contro il Barcellona e se l’è giocata, a testa alta, contro il Real Madrid al Santiago Bernabéu.

Ora, non si sa per quanto tempo questa squadra sarà costante nel rendimento. L’obiettivo è la salvezza, ok, ma nessuno si scandalizzi se si pensa che possa arrivare in Europa. Riguardo al mercato, c’è da capire se a lungo termine ci sarà un rinnovamento, poiché – guardando la rosa – per qualcuno le primavere iniziano a essere tante. Per il momento, la squadra funziona, e a tutta Vallecas, le cose vanno stra-bene così.

https://twitter.com/LaLiga/status/1463137761662279685?s=20

Classificação fornecida por SofaScore LiveScore