I Pionieri del Calcio – Newton Heath Lyr FC, l’antenato del Manchester United

Nel XIX secolo la Lancashire and Yorkshire Railway Company, conosciuta con l’acronimo L&YR, era una delle più grandi compagnie ferroviarie del territorio inglese, con il suo imponente “arsenale” di 1.650 locomotive. Nel 1878 i lavoratori del reparto carrozze della L&YR, solleticati dalla crescente passione per il football, chiesero ai propri datori di lavoro di essere appoggiati nella creazione di una squadra di calcio. Furono accontentati e il nome scelto fu Newton Heath Lyr, per distinguerlo da Newton Heath Loco che era la squadra di un’altra compagnia ferroviaria. I colori sociali erano quelli della ufficiali dell’azienda, ossia il verde e l’oro.

Nel 1880 venne giocata la prima partita ufficiale, persa per 6-0 contro le riserve del Bolton Wanderers. Ma nonostante il passivo pesante, i ferrovieri non si dettero per vinti. Già nella stagione 1882-83 giocarono ventisei amichevoli, con il chiaro intento di migliorare la loro compattezza. L’anno successivo parteciparono alla Lancashire Cup, venendo eliminati (7-2 il punteggio) dalle riserve del Blackburn Olympic, che era una delle formazioni più importanti dell’epoca. Era una comprensibile fase di rodaggio in attesa di tempi più maturi. Nel 1886 vinsero il loro primo trofeo, una coppa cittadina chiamata Manchester and District Challenge Cup, vincendo in finale ai danni del Manchester FC per 2-1.

La prima partecipazione alla FA Cup avvenne nel 1886/87. Il Newton Heath Lyr aveva rinforzato il proprio undici titolare, ma non fu un esordio da ricordare. Nel primo turno pareggiò la gara contro Fleetwood Rangers, ma al rifiuto di giocare il supplementare gli venne data partita persa. Credendo di avere la ragione dalla loro parte, i ferrovieri protestarono boicottando la Coppa più prestigiosa, non partecipandovi più fino al 1889. Al loro ritorno in FA Cup il Newton Heath Lyr subì un’altra cocente sconfitta al primo turno, stavolta contro il fortissimo Preston North End, che si sarebbe avviato a vincere la seconda Football League della storia.

A proposito di Football League. La squadra di Manchester ne chiese l’ammissione a più riprese, ma a causa della risposta negativa della Federazione, decise di aderire alle leghe alternative. Prima al The Combination, un campionato nato e tramontato in breve tempo a causa delle difficoltà di organizzare i match; poi alla Football Alliance, nella quale raccolse un nono e un secondo posto. La vera svolta avvenne nella stagione 1892-93, quando la Football Alliance si fuse con la Football League e il Newton Heath riuscì a partecipare alla Prima Divisione, arrivando ultimo ma salvandosi grazie alla partita di spareggio contro lo Small Heath (che in seguito sarebbe diventato Birmingham City).

Ci fu un grosso cambiamento anche a livello societario. Il club divenne una società per azioni e affidò a A.H. Halbut, primo funzionario a tempo pieno, la gestione di tutto. I risultati sportivi, però, non furono soddisfacenti. Arrivarono la retrocessione e campionati deludenti, nei quali il Newton Heath non uscì mai dall’inferno della Seconda Divisione. Il club entrò in una spirale dalla quale era difficile uscire. Anche a livello economico. A St. James Hall venne addirittura organizzato una sorta di fiera (bazaar) di quattro giorni per riuscire a raccogliere i fondi necessari per salvare la società. E qui avvenne un episodio curioso che probabilmente cambiò il destino del Newton Heath.

Una delle attrazioni era un San Bernardo che aveva al collo un barattolo per raccogliere le offerte della gente. Il cane scappò e venne ritrovato dalla figlia di John Henry Davies, un ricco uomo d’affari. La ragazza adottò il cane, che probabilmente intenerì pure il padre. Tant’è che due anni più tardi Davies, a capo di una cordata cittadina, investì circa 2.000 sterline per quella squadra sull’orlo del fallimento. Visto che ormai la sede non era più a Newton Heath, i nuovi proprietari decisero di rinominare la squadra e scegliere nuovi colori sociali (rosso e bianco). Nella stagione 1902-03, dalle ceneri del Newton Heath Lyr, nasceva uno dei club che in futuro avrebbero fatto la storia. Nasceva il Manchester United.