Scatta la caccia al titolo nella pallavolo maschile

Scatta la seconda fase della Superlega, il massimo campionato italiano di pallavolo maschile. Una formula play-off diversa rispetto a due anni fa: il numero di squadre partecipanti alla post season è salito a undici su dodici della regular season iniziale, in pratica la sola Cisterna è stata l’unica compagine a rimanere fuori dalla corsa al titolo. Si parte con tre gare degli ottavi di finale: Powervolley Milano-Verona, Modena-Robur Costa e Piacenza-Padova. Le big invece avranno ancora qualche settimana di riposo a disposizione.

La prima fase del campionato ha dato delle indicazioni precise. In pole per lo scudetto ci sono sempre Sir Safety Perugia e Lube, le protagoniste delle ultime due finali tricolore. Entrambe si sono già spartite rispettivamente la Supercoppa e la Coppa Italia. Gli umbri, trascinati da Wilfredo León, hanno guidato con buon ritmo in testa al campionato concedendosi qualche frenata nel finale. Le prossime saranno le ultime partite in maglia umbra di una bandiera come Aleksandar Atanasijević: l’opposto serbo infatti dopo otto stagioni saluterà Perugia. La Sir è senza dubbio la squadra da battere, ma la Lube del centrale Robertlandy Simón e di Osmany Juantorena ha dimostrato di avere le qualità necessarie per contrastarla. I marchigiani infatti sono usciti vincitori nella finale di Coppa Italia e hanno sfiorato la doppietta nella rocambolesca gara di ritorno di campionato terminata al quinto set. Si prevede una finale equilibrata, non servirà soltanto ponderare le energie ma anche mantenere solidità nel gruppo per evitare di sgretolarsi sul più bello.

Sebra esserci troppo divario per trovare sorprese dalle retrovie. L’Itas Trentino conserva la palma di terza forza di campionato nonostante le difficoltà tra Covid e infortuni. Modena ha perso lo smalto del passato uscendo dalle prime cinque. Emergono invece le piacevoli realtà di Monza, frutto dell’ottimo mercato dei brianzoli, e di Vibo Valentia, per portare una ventata di pallavolo di qualità al Sud Italia. Queste due compagini si affronteranno direttamente nei quarti di finale per dare vita a uno dei match più interessanti della griglia post season.

Tra qualche giorno intanto l’Italia pallavolistica sarà presente anche nell’Europa che conta. Quattro club nostrani ai nastri di partenza dei quarti di finale di Champions League con il derby Perugia-Modena poi Trentino e Lube. Non è da meno la quota rosa della pallavolo italiana perché Novara, Conegliano, Scandicci e Busto Arsizio hanno staccato il pass per la seconda fase della Champions League femminile. A livello di club il movimento italiano si conferma su altissimi livelli nonostante gli ostacoli della pandemia.