Il TAS esclude per 2 anni la Russia dalle competizioni

Il TAS ha deciso di escludere la Russia da ogni competizione sportiva mondiale per colpa del doping, diminuendo da 4 a 2 anni la squalifica. Il gruppo di esperti del Tribunale Sportivo ha stabilito non conforme al Wada (World Anti-Doping Codice) l’agenzia antidoping russa. Perciò gli atleti russi non potranno disputare né le Olimpiadi, estive e invernali, nel 2021 e 2022 né ai mondiali di calcio del 2022 in Qatar.

Se per le Olimpiadi si potrà partecipare da sportivi neutrali, quindi non sotto l’egida del Cremlino, la FIFA perde una pedina importante per il suo torneo. Stabilmente in campo nelle fasi finali delle ultime Coppe del Mondo, la nazionale russa ha sorpreso due anni fa in casa arrivando ai quarti. Pochi giorni fa la nazionale era stata sorteggiata nel girone H delle qualificazioni assieme a Croazia e Slovacchia e Slovenia. Tutto sommato un gruppo abbordabile.