Com’è andato il giovedì di Europa League per le italiane

Sicuramente, la notizia che risalta nell’intenso giovedì di Europa League è quella che più stona: il Milan che perde. In casa. Contro un Lille che è una squadra sicuramente organizzata e pericolosa, però: il Milan ha perso, per la prima volta in questa stagione. A San Siro, e lo ha fatto in modo perfino roboante: 0-3, tripletta di Yazıcı. Sì, c’era Ibrahimović in campo, ma a nulla è servito: rossoneri spuntati, leggeri in difesa (non bene Romagnoli, tra tutti), con poche idee in mediana.

Nelle gare delle diciannove, successi per Napoli e Roma. Partenopei inizialmente in difficoltà, in quel di Rijeka: Gattuso ha fatto rifiatare qualche titolare, Petagna ha guidato l’attacco azzurro, padroni di casa passati in vantaggio ma che poi hanno subìto la rimonta napoletana, arrivata con carattere, maturità, capacità di soffrire. Bene, benissimo, la Roma, invece: all’Olimpico, schiantato il Cluj 5-0, in una gara sbloccata immediatamente da Mkhitaryan (in gol al primo minuto), e portata a casa grazie al primo gol in giallorosso di Ibanez, alla doppietta di un Borja Mayoral che si è finalmente sbloccato, e al sigillo del solito Pedro (in gol su assist di Tommaso Milanese, classe 2002, all’esordio con la maglia giallorossa). Ah: un’altra ottima prestazione di Gonzalo Villar. Sì, ve l’abbiamo detto e ridetto, e ve lo ridiciamo ancora: segnatevi questo nome.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoSportivo parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera.