RSL svizzera 26/a – Lo YB gioca a tennis, ma San Gallo e Basilea rispondono

Prosegue, tra gol ed emozioni, davanti a un pubblico ridotto, la Raiffeisen Super League svizzera, sempre più interessante in testa e in coda. Ma andiamo a vedere subito cos’è accaduto, sui campi, nel fine settimana.

Partiamo dal primo anticipo, quello di Lucerna, dove si sono incontrate due tra le compagini più in forma del torneo. È stato un Margiotta show, con l’ex attaccante di Losanna e Lucerna autore di due reti nella ripresa (davvero pregevole la seconda), a pareggiare i gol di Cespedes e Cognat nella prima frazione.

Nell’altra partita del sabato, lo Young Boys è tornato, per un giorno, il panzer implacabile che stritola sotto i suoi cingoli tutto ciò che gli si para davanti. È toccato allo Xamax rovinare davanti ai bernesi, in gol 4 volte in 8′, tra il 37′ e il 45′ (37′ Aebischer, 40′ e 45′ Nsame, 42′ Fassnacht).

Nella ripresa, la grandinata è proseguita diventando, nel recupero, una partita di tennis, visti i gol, al 79′, di Sierro e, nel recupero, di Elia. La vendemmia porta così i campioni in carica in testa alla graduatoria, avendo infatti gli stessi, in virtù dei risultati delle ultime giornate, rovesciato la differenza reti sfavorevole che avevano nei confronti dei rivali sangallesi.

L’undici di Zeidler, tuttavia, ha prontamente risposto ai campioni in carica, superando il Thun, seppure con qualche patema. Partiti fortissimo (3 gol nella prima frazione, messi a segno all’8′ da Hefti, al 13′ da Itten e al 42′ da Quintilla), i brodisti hanno subito un calo nella ripresa, che ha visto i bernesi riaprire l’incontro con Munsy al 61′. Fortunatamente per gli svizzeri orientali il gol di Simone Rapp è arrivato troppo tardi 8in pieno recupero) per riequilibrare la situazione.

Ha invece faticato più del dovuto il Basilea per avere ragione di un coriaceo Sion. Nonostante un insistito dominio territoriale, solo nel finale i rossoblù (attesi mercoledì a Lugano) sono riusciti a domare l’undici di Tramezzani, grazie ai gol di Ademi e Campo.

Sconfitta indolore, quindi, per il Lugano a Zurigo, visto che restano invariati i punti di distacco nei confronti delle inseguitrici. I sottocenerini, che pure hanno sfiorato il gol in almeno un paio di occasioni (due i legni colpiti, da Yao al 27′ e da Sabbatini al 66′), sono stati sovrastati fisicamente e nel gioco, per lunghi tratti della ripresa, dai tigurini, che hanno trovato il gol della vittoria al 73′ grazie al ticinese Marchesano. Dopo aver subito la rete dei padroni di casa, i bianconeri hanno tentato di reagire, ma senza riuscire però a trovare il pareggio.

RSL svizzera 26/a giornata – Risultati finali

Sabato 27 giugno

Lucerna-Servette  2-2  (0-2)
Young Boys-Xamax 6-0 (0-0)

Domenica 28 giugno

Basilea-Sion  2-0  (0-0)
San Gallo-Thun  3-2  (3-0)
Zurigo-Lugano 1-0  (0-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2019/20 – 26/a giornata 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +21 51 | 6 Lucerna -6 35
2 San Gallo +18 51 | 7 Lugano -2 30
3 Basilea +26 46 | 8 Sion -16 24
4 Servette +15 40 | 9 Xamax -19 22
5 Zurigo -13 38 | 10 Thun -24 22

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.