Roma, Petrachi a lavoro sugli esterni. Politano boh, Ünder chissà, Shaqiri magari…

Cambiare per sistemare, migliorarsi, rinnovare. Per accumulare minuti e ritrovare fiducia. Sugli esterni, questo mercato, viaggia forte, e non solo per la trattativa saltata Politano-Spinazzola. Sì, quella vicenda ha fatto parlare parecchio, ma ancora è tutto in divenire: ok, dopo il caso Dzeko in estate, e i dissidi interni chiacchierati in casa nerazzurra che hanno contribuito a mandare lo scambio alle ortiche, i rapporti tra Roma e Inter saranno sicuramente freddi come la Milano di questi tempi, quella milano da cui Politano spera comunque di andar via, per approdare in una Roma desiderata, e che vorrebbe pure accontentarlo. Politano, resta un obiettivo: Suso, un’ipotesi da valutare per Fonseca, che potrebbe perdere Under, utilizzato col contagocce e neanche in prima linea adesso che Zaniolo si è rotto.

Verso il Milan il turco, scambio con lo spagnolo indiretto, nel senso che le trattative non per forza debbano essere correlate, anche perché Petrachi segue Suso, sì, ma anche Shaquiri, che al Liverpool ha certi mostri sacri che non è possibile pensare di mettere in discussione, e la Serie A l’ha sfiorata, con l’Inter, senza incidere. Ma ha talento, e a Fonseca piace; più lui che Suso, inconcepibile pensare a un ritorno di Iago Falque che a Roma ha già dato e al Torino sente chiusi spazi, possibilità e spente le ambizioni; magari Januzaj, belga e forte, scuola Anderlecht, esploso nello United, poi in giro tra Germania, Inghilterra e Spagna. Magari, con l’Italia nel destino.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoSportivo parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera.