Jacobs corre i 100 metri in 10.03

L’Italia dell’atletica leggera sta aspettando il ritorno in pista di Filippo Tortu. Il primatista italiano sui 100 metri si è infortunato ai primi di luglio a Stanford aggiungendo questo stop ai tanti della sua attuale carriera. Il suo programma di avvicinamento ai prossimi campionati mondiali ha dovuto subire un cambio di marcia, ma non c’è preoccupazione tra gli addetti ai lavori nonostante gli ultimi tempi registrati in pista non siano stati brillanti.

Nel frattempo a Padova la squadra azzurra può consolarsi con le prodezze dell’altra freccia italiana: Marcell Jacobs. L’atleta delle Fiamme Oro ha migliorato il suo personale sulla pista correndo in 10.03; il suo tempo è il terzo in assoluto tra gli italiani subito dietro Tortu e Mennea, ma anche per lui ci sono buone probabilità di vedere ulteriori miglioramenti, magari sotto quel muro dei dieci secondi abbattuto lo scorso anno da Tortu. La notizia più importante però è che in questo momento storico dell’atletica italiani, tra le tante difficoltà riscontrate, riusciamo ad avere nella squadra azzurra due velocisti di questo livello.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.