Playout Serie C, ritorno – Lucchese e Bisceglie sperano ancora, si salva il Rimini

Giornata di Playout in Serie C e di primi verdetti per chi retrocede direttamente in Serie D. La Lucchese può continuare a sperare nella permanenza tra i professionisti, grazie alla vittoria conquistata sul campo del Cuneo che, invece, retrocede al termine di una stagione assai difficile. Forte del 2-0 conquistato dall’andata, la squadra toscana ha trovato il gol vittoria al 78′ con Zanini, bravo a finalizzare il contropiede dei suoi guidato da Bortolussi. La Lucchese si giocherà la finale playout contro il Bisceglie.

Per i pugliesi, infatti, arriva una vittoria rocambolesca per 4-3 nella sfida contro la Paganese, riuscendo a ribaltare il 2-1 subito all’andata e condannando gli azzurrostellati alla retrocessione in Serie D. Dopo un inizio equilibrato con un gol per parte, i padroni di casa dilagano nei primi 45′, trovandosi avanti addirittura per 4-1. Nella ripresa, gli uomini di Erra provano a ribaltare la partita, andando a segno con Cesaretti e Alberti, ma lo sprint finale non basta per evitare la sconfitta che fa festeggiare soltanto Vanoli e i suoi.

Si salva il Rimini grazie a un primo tempo su alti livelli e a una concretezza disarmante: i gol decisivi li mettono a segno Buonaventura, abile a a trasformare un assist perfetto di Bandini, e Alimi, bravo nel farsi trovare pronto sul corner calciato da Candido. Per la Virtus Verona tante occasioni sprecate ma la consapevolezza di avere disputato un ottimo campionato che, forse, avrebbe meritato un epilogo migliore.

GIRONE A

Cuneo-Lucchese  (0-2)  0-1  78′ Zanini

GIRONE B

Rimini-Virtus Verona  (0-1)  2-0  9′ Buonaventura, 44′ Alimi

GIRONE C

Bisceglie-Paganese (1-2)  4-3  2′ Starita (B), 9′ Cesaretti (P), 14′ aut. Stendardo (B), 20′ Triarico (B), 37′ Parlati (B), 68′ Cesaretti (P), 73′ Alberti (P)

Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.