Copa Libertadores, 6/a giornata – Boca Juniors primo, fuori il Peñarol

GIRONE A

Già certe rispettivamente del secondo e del primo posto, River Plate e Internacional giocano una partita divertente e a viso aperto al Monumental. Argentini avanti al 35′ con un gran gol del giovane attaccante classe 2000 Álvarez. Gli errori di Armani e Lollo poi spalancano però le porte della rimonta ari brasiliani, che passano con la doppietta di Rafael Sobis. Nei minuti di recupero “papera” di Marcelo Lomba e gol del definitivo 2-2 di Pratto.

Terzo posto per il Palestino, che chiude a sette punti battendo 2-1 l’Alianza Lima in trasferta e giocherà d’ora in poi la Copa Sudamericana. Doppietta di Tarifeño per i cileni, che erano andati in svantaggio per la rete di Costa.

River Plate-Internacional  2-2  35′ Álvarez (R), 44′, 59′ rig. Rafael Sobs (I), 90’+3 Pratto (R)
Alianza Lima-Palestino  1-2  18′ Costa (A), 37′, 54′ Tarifeño (P)

Classifica: Internacional 14, River Plate 10, Palestino 7, Alianza Lima 1

GIRONE B

È l’Emelec la seconda classificata del girone. Gli ecuadoriani infatti vincono 2-1 in casa di un Cruzeiro già primo da settimane e imbottito di seconde linee. Per vincere 2-1 però c’è bisogno del calcio di rigore a tempo scaduto di Angulo.

Chiude con la prima e unica vittoria l’Huracán, che regala almeno una gioia ai propri tifosi battendo 3-0 il Deportivo Lara. Il gol di Gamba e la doppietta di Chávez non servono a evitare l’ultimo posto, ma almeno a salvare la reputazione. Ko indolore per i venezuelani, per cui, viste anche le condizioni in cui sono costretti a giocare nel proprio Paese, andare in Copa Sudamericana è comunque un fantastico risultato.

Cruzeiro-Emelec  1-2  41′ aut. Fabio (E), 67′ Sassá (C), 90′ rig. Angulo (E)
Huracán-Deportivo Lara  3-0  24′ Gamba, 28′, 65′ Chávez

Classifica: Cruzeiro 15, Emelec 9, Deportivo Lara 5, Huracán 4

GIRONE C

Il Godoy Cruz è la seconda squadra del girone a passare il turno dietro all’Olimpia, già certo del primo posto nonostante la sconfitta contro lo Sporting Cristal. Decisiva la vittoria degli argentini a Mendoza per 1-0 sull’Universidad Concepción con gol di González al 24′. I cileni invece chiudono ultimi essendo crollati nelle giornate di ritorno dopo un buon inizio.

In Copa Sudamericana va così lo Sporting Cristal, che grazie al successo 1-0 ad Asunción sull’Olimpia scavalca l’Universidad Concepción e si “regala” il terzo posto.

Godoy Cruz-Universidad Concepción  1-0  24′ González
Olimpia-Sporting Cristal  0-1  45′ Palacios

Classifica: Olimpia 9, Godoy Cruz 9Sporting Cristal 7, Universidad Concepción 6

GIRONE D

Il Flamengo resiste a Montevideo pur giocando in dieci uomini dal 64′ per l’espulsione di Pará e strappa uno 0-0 che vuol dire qualificazione e primo posto. Disperazione invece in casa Peñarol: i gialloneri infatti devono salutare la Copa Libertadores per aver la peggior differenza reti tra le tre squadre arrivate a dieci punti. Giocheranno d’ora in poi la Copa Sudamericana.

La festa allora è tutta a Quito, dove la LDU completa una splendida rimonta e supera il Peñarol grazie alla vittoria per 4-0 sul già eliminato San José. Autentico mattatore della serata è stato Julio, autore di una tripletta. E pensare che il risultato era rimasto bloccato sullo 0-0 fino al 65′. Grandissima la rimonta degli ecuadoriani, che due giornate fa avevano cinque punti in meno del Peñarol.

LDU Quito-San José  4-0  65′ Martínez, 68′, 74′, 88′ Julio
Peñarol-Flamengo  0-0

Classifica: Flamengo 10, LDU Quito 10, Peñarol 10, San José 4

GIRONE E

Il Cerro Porteño si aggiudica lo spareggio per il primo posto contro il Nacional. Ai paraguaiani bastava un pareggio a Montevideo e il pareggio è arrivato: 1-1 con vantaggio rossoblù firmato da Arzamendia e pareggio uruguaiano di Amaral.

Va all’Atlético Mineiro invece la sfida con in palio il terzo posto, con i brasiliani che battono 2-1 lo Zamora in trasferta con doppietta di Alerrandro. Magra consolazione comunque per i bianconeri, che alla vigilia erano i favoriti per vincere il girone.

Zamora-Atlético Mineiro  1-2  25′, 36′ Alerrandro (A), 59′ rig. González (Z)
Nacional-Cerro Porteño  1-1  45′ Arzamendia (C), 59′ Amaral

Classifica: Cerro Porteño 13, Nacional 13, Atlético Mineiro 6, Zamora 3

GIRONE F

Momento d’oro per Gustavo Scarpa in questa Copa Libertadores. Il centrocampista del Palmeiras segna infatti il gol decisivo per i verdi contro il San Lorenzo dopo aver realizzato una doppietta la scorsa giornata in casa del Melgar. Il Palmeiras vince così 1-0 e chiude il girone al primo posto. San Lorenzo secondo nonostante le ultime due sconfitte.

In Copa Sudamericana va il Melgar, che va a vincere 1-0 a Barranquilla contro lo Junior col gol di Cuesta al 17′. Grandissima delusione in questo raggruppamento quella data dai colombiani, dai quali era lecito aspettarsi qualcosa in più dell’ultimo posto.

Palmeiras-San Lorenzo  1-0  69′ Gustavo Scarpa
Junior-Melgar  0-1  17′ Cuesta

Classifica: Palmeiras 15, San Lorenzo 10, Melgar 7, Junior 3

GIRONE G

In rimonta e tra le polemiche, il Boca Juniors batte 2-1 l’Atlético Paranaense chiudendo al primo posto il girone. Scavalcati al 90′ i brasiliani, sconfitti dalla rete di Tévez. I rossoneri erano passato in vantaggio con Ruben al 66′, prima di essere raggiunti sei minuti più tardi da López. Grandi proteste però dell’allenatore dell’Atlético Paranaense per un chiaro rigore non concesso alla sua squadra sull’1-1.

Terzo posto e Copa Sudamericana al Deportes Tolima, che vince 2-0 in trasferta lo spareggio contro lo Jorge Wilstermann con i gol di Pérez e Castro.

Boca Juniors-Atlético Paranaense  2-1  66′ Ruben (A), 72′ López (B), 90′ Tévez (B)
Jorge Wilstermann-Deportes Tolima  0-2  18′ Pérez, 72′ Castro

Classifica: Boca Juniors 11, Atlético Paranaense 9, Deportes Tolima 8, Jorge Wilstermann 5

GIRONE H

Il Gremio non fallisce il match point e battendo 2-0 l’Universidad Católica si qualifica agli ottavi di finale per il quarto anno consecutivo. Un gol per tempo per i brasiliani: Alisson nel primo e Thaciano nel secondo. Ai cileni resta la consolazione di poter continuare il propio cammino continentale in Copa Sudamericana.

Chiude almeno con orgoglio il Rosario Central, che, reduce dalla bruciante sconfitta contro il Boca Juniors ai calci di rigore nella Supercopa Argentina, vince la sua prima partita in questa Copa Libertadores battendo 2-1 la capolista Libertad. I paraguaiani si presentano a Rosario senza motivazioni essendo già certi del primo posto e vengono sconfitti in virtù dei gol di PereyraRiaño (in mezzo il momentaneo pareggio di Cardozo su calcio di rigore).

Rosario Central-Libertad  2-1  20′ Pereyra (C), 50′ rig. Cardozo (L), 71′ Riaño (C)
Gremio-Universidad Católica  2-0  23′ Alisson, 76′ Thaciano

Classifica: Libertad 12, Grêmio 10, Universidad Católica 7, Rosario Central 5

In grassetto le squadre qualificate agli ottavi di finale, in corsivo le terze classificate che giocheranno la Copa Sudamericana

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.