Slittino, c’è aria nuova in Coppa. C’è aria positiva in casa Italia

Le speranze c’erano tutte dopo i buoni tempi staccati nel corso della dura preparazione, ma finché non c’è la controprova della gara, il beneficio del dubbio permane sempre. Ebbene, la 1/a tappa della Coppa del Mondo di slittino 2018/2019, disputatasi sulla pista di Igls (Austria), ha confermato le premesse della vigilia. Diciamolo ancora sottovoce, ma l’Italia dello slittino quest’anno potrebbe davvero farci sognare.

A cominciare da Dominik Fischnaller. Il 25enne di Maranza si è portato a casa un ottimo secondo posto, se considerato che partiva dal sesto posto della prima discesa, e tocca quota 20 podi in carriera. Solo il tedesco Ludwig ha fatto meglio del portacolori azzurro, con il podio completato dall’austriaco Kindl. Quest’ultimo si è aggiudicato la gara sprint, davanti al russo Gorbacevic e al tedesco Loch. Qui Dominik Fischnaller non si è ripetuto, arrivando ottavo e segno che, per quanto riguarda la partenza, il nuovo membro dello staff tecnico Martin Hillebrand ha ancora da lavorare. Da segnalare comunque i buoni risultati di Kevin Fischnaller, ottavo nella gara tradizionale e decima nella sprint.

Per le donne, la bellissima notizia in casa Italia sono i migliori risultati in carriera di Andrea Vötter. La 23enne di Bressanone ha ottenuto uno splendido quinto posto nella gara tradizionale e un altrettanto bellissimo settimo posto nella gara sprint. Un inizio di stagione da 10 e lode, quindi, in un panorama dove però la Regina è sempre lei: Natalie Geisenberger. La 30enne di Monaco di Baviera ha dominato sia la gara classica che la sprint, precedendo sempre compagne di squadra. In entrambi i casi al secondo posto si è piazzata l’astro nascente Julia Taubitz, 22 anni e tanta voglia di emergere, mentre le “classiche” Eitberger e Hufner si sono spartiti il terzo gradino del podio.

La vera grande novità di stagione arriva dal doppio. Sia nella gara tradizionale che in quella sprint a imporsi non sono stati né Eggert-BeneckenWendl-Arlt, ma i giovani austriaci Thomas Steu e Lorenz Koller, che prima di Igls avevano un dodicesimo posto come miglior risultato. Un tripudio per l’equipaggio di casa, che dovranno confermare ben presto se il loro successo sia stato solo un fuoco di paglia oppure è qualcosa di più solido. Bravi anche i russi Juzakov-Procharov, rispettivamente terzi nella gara tradizionale e secondi nella sprint. Eggert-Benecken e Wendl-Arlt occupano le caselle del podio rimanenti, la seconda della classica e la terza nella sprint. Casa Italia può vantare il quinto posto di Rieder/Rastner e il diciassettesimo (dopo il ventiduesimo della prima discesa) di Nagler/Mallaier nella prova tradizionale e il settimo di Rieder/Rastner nella sprint.

Risultati che nel complesso fanno ben sperare per la Nazionale di Armin Zöggeler. L’appuntamento ora è per il prossimo fine settimana. A Whistler (Canada) si disputerà la 2/a tappa di Coppa del Mondo di slittino. Dal budello canadese si avranno nuove risposte.

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.