Milan-Dudelange: precedenti, statistiche e curiosità

Il Milan ha ottenuto un punto prezioso a Roma contro la Lazio, anche se la rete subita in pieno recupero ha placato l’entusiasmo che si sarebbe creato in caso di bottino pieno. Gattuso è costretto a fare i conti con una rosa ristretta all’osso ma ritrova Gonzalo Higuaín, squalificato in campionato e quindi titolare indiscusso contro il Dudelange. I lussemburghesi sono il fanalino di coda del gruppo F, ancora fermi al palo e con un solo gol realizzato in quattro partite. I rossoneri devono assolutamente vincere per effettuare il sorpasso su Betis o Olympiacos (o tutte e due in caso di pareggio tra spagnoli e greci).

ULTIMI 5 PRECEDENTI:

VITTORIE CON MAGGIOR SCARTO:

RISULTATO PIÙ FREQUENTE: 

PARTITA CON IL MAGGIOR NUMERO DI GOL: 

ULTIMO PRECEDENTE DEL MILAN IN CASA CONTRO UNA LUSSEMBURGHESE:
1972-1973 primo turno Coppa delle Coppe: Milan-Differdange 03 3-0 4′ Chiarugi (M), 33′ Benetti (M), 66′ Chiarugi (M)

ULTIMO PRECEDENTE DEL DUDELANGE IN TRASFERTA CONTRO UN’ITALIANA:

STATISTICHE MILAN-DUDELANGE (MILAN IN CASA)
Giocate: –
Vittorie Milan: –
Pareggi: –
Vittorie Dudelange: –
Gol Milan: –
Gol Dudelange: –

STATISTICHE MILAN-DUDELANGE (TOTALI)
Giocate: 1
Vittorie Milan: 1
Pareggi: 0
Vittorie Dudelange: 0
Gol Milan: 1
Gol Dudelange: 0

STATISTICHE DEL MILAN CONTRO LE LUSSEMBURGHESI
Giocate: 7
Vittorie Milan: 7
Pareggi: 0
Vittorie squadre lussemburghesi: 0
Gol Milan: 30
Gol squadre lussemburghesi: 1

STATISTICHE DEL DUDELANGE CONTRO LE ITALIANE
Giocate: –
Vittorie Dudelange: –
Pareggi: –
Vittorie squadre italiane: –
Gol Dudelange: –
Gol squadre italiane: –

Partita facile sulla carta ma tremendamente complicata se si pensa alla situazione in cui versa la rosa rossonera. Memori del faticoso 0-1 dell’andata, i ragazzi di Gattuso dovranno essere bravi a indirizzare la gara sin da sùbito, in modo da non alimentare le speranze del Dudelange, evitando al contempo di accrescere il nervosismo in campo. Nonostante la presenza di molte seconde linee i rossoneri sono nettamente più forti e giocano in casa, oltre ad avere motivazioni di classifica nettamente differenti dai lussemburghesi, di conseguenza consigliamo il segno 1.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.