Russia 2018 – Svizzera-Costa Rica termina sul 2-2: rossocrociati agli ottavi contro la Svezia!

                                                                                             SVIZZERA-COSTA RICA 2-2

31′ Džemaili (S), 56′ Waston (CR), 88′ Drmić (S), 90’+3′ aut. Sommer (CR)


SVIZZERA
(4-2-3-1) 
1  Sommer
2  Lichtsteiner
5  Akanji
22 Schär
13 Rodríguez
11 Behrami ↓ (60')
10 Xhaka
23 Shaqiri ↓ (81')
15 Džemaili
7  Embolo
18 Gavranović ↓ (69') 
All. Petković

Sostituzioni
60' Zakaria
69' Drmić
81' Lang
COSTA RICA
(5-4-1)
1  Navas
16 Gamboa
19 Acosta
3  González
19 Waston
8  Oviedo
9  Colindres ↓ (81')
5  Borges
20 Guzmán
10 Bryan Ruiz
12 Campbell
All. Ramírez

Sostituzioni
81' Wallace


 

Al Nizhny Novgorod Stadium si afrrontano Svizzera-Costa Rica, per l’ultima gara valida per la terza giornata del Girone E,  con i centroamericani, già matematicamente esclusi dalla manifestazione, I ragazzi di Ramírez, dopo due sconfitte nei primi due incontri, cercano un risultato di prestigio contro la più quotata nazionale elvetica, trovando un meritato pareggio, al termine di una partita ben giocata, contro una Svizzera tutto sommato deludente, che aveva concluso in vantaggio 1-0 la prima frazione, con un gol di Džemaili. Di Waston, Drmić e Ruiz (su rigore) le altre reti.

Calcio d’inzio per la Svizzera. Gli elvetici partono in attacco, ma Shaqiri, su punzione concessa per fallo su Embolo, spreca malamente. Lo stesso Shaqiri, al 4′, prova una percussione da sinistra e mette in mezzo per Gavranović, che viene stoppato dalla munitissima retroguardia di Costa Rica. Ma al 6′, prima Campbell e poi Borges (di testa) impegnano a fondo Sommer. Dopo 1′ altra conclusione di poco alta sopra la traversa di Colindres. Le distanze a centrocampo tra Rodríguez ed Embolo da una parte e Lichtsteiner e Shaqiri dall’altra non sono quelle giuste, e Vlado in panchina si sbraccia. Al 10′ traversa di Colindres! La Costa Rica appare molto determinata, il centrocampo elevetico non morde come al solito. Petković predica calma, mentre in campo i giocatori rossocrociati appaiono nervosi, e si rimproverano l’un l’altro. I centroamericani, in particolare, sulle fasce (specialmente dalla parte di Lichsteiner) sono insidiosissimi. La cocnclusione, al 20′, ancora di Colindres, viene deviata da un Sommer strepitoso. Al 24′, è ancora Colindres che trova spazio in area dopo una percussione dalla sinistra, ma la conclusione viene murata in corner da Akanji scivolata. Lo stesso centrale ex Basilea subisce un fallo da Campbell, che viene ammonito. Poi, all’improvviso, la rete elvetica: a segnarla Džemaili, rapidissimo a ribattere in rete un pallone servitogli a centro area, alle spalle della difesa, da Breel Embolo. Costa Rica però non molla: al 37′ Watson sfiora il palo alla sinistra di Sommer, con una conclusione da distanza ravvicinata. Lichsteiner, ammonito per un fallo ingenuo, salterà l’eventuale ottavo di finale. Costa Rica però continua a pressare in alto, mettendo in difficoltà i portatori di palla rossocrociati. Il primo tempo si chiude con la Svizzera in proiezione offensiva, dopo 1′ di recupero.

Partita che riprende senza sostituzioni. Occasione per Costa Rica al 48′: Campbell manda fuori un buon pallone da posizione centrale. Risponde Rodríguez da fuori area, e manda alto. I centroamericani hanno arretrato il baricentro, provado a sorprendere la Svizzera, piuttosto lunga, con le ripartenze. I rossocrociati continuano a presidiare poco e male le fasce laterali. Al 56′ pareggio del Costa Rica: Campbell batte un angolo dalla destra e Waston, di testa, anticipa Akanji e insacca di testa, sulla sinistra di un incolpevole Sommer. La Svizzera non sembra aver la forza di reagire, e di cercare la rete. Shaqiri sembra l’ombra di quello visto contro la Serbia, Gavranović non incide e, al 69′, Vlado lo sostituisce con Drmić. La Partita dei rossocrociati però non decolla, amche se al 78′ il nuovo entrato Drmić coloisce il palo. Ultimo cambio per Vlado: dentro Lang per Shaqiri. Schär, ammonito per un fallo ingenuo, salterà la prossima partita. All’88’, vantaggio Svizzera con Drmić, bravo a mettere il pallone sul palo lontano, imprendible per il portiere avversario. Poi, dopo un primo calcio di rigore revocato dall’intervento del VAR, l’arbitro ne concede uno, forse fiscale per fallo di Zakaria su Campbell: Ruiz trasforma, con la sfera che carambola sulla schiena di Sommer doopo aver picchiato contro la traversa, fissando il risultato sul 2-2.

SVIZZERA-COSTA RICA 2-2  (1-0)

Svizzera (4-2-3-1): Sommer 7; Lichtsteiner 5, Akanji 6.5, Schär 5.5, Rodríguez 6; Behrami (60′ Zakaria 5), Xhaka 5.5; Shaqiri (81′ Lang sv), Džemaili 6, Embolo 5.5; Gavranović (69′ Drmić 7). A disp.: Bürki; Djourou, Elvedi, Lang, Moubandje, Fernandes, Freuler, Seferović. All.: Petković 6.
Costa Rica (5-4-1): Navas 6.5; Gamboa 6, Acosta 6, González 5.5, Waston 6.5, Oviedo 6; Colindres 6.5, Borges 6, Guzmán 6.5, Bryan Ruíz 5.5; Campbell 6.5A disp.: Pemberton, Moreira, Smith, Ureña, Bolaños, Wallace, Azofeifa, Calvo, Tejeda, Gutiérrez. All.: Ramírez 6.
Arbitro: Turpin (FRA)
Marcatori: 31′ Džemaili (S), 56′ Waston (CR), 88′ Drmić (S), 90’+3′ aut. Sommer (CR)
Note – Ammoniti: Gamboa, Campbell, Waston (CR); Lichtsteiner, Zakaria, Schär (S)