Campionato Primavera 2017/18 – La Fiorentina fa fuori l’Atalanta e vola in finale

Tutto pronto per la prima semifinale del Campionato Primavera 1 2017/18: si affrontano Atalanta e Fiorentina. Gli orobici sono arrivati primi, durante la stagione regolare, mentre la Fiorentina si è qualificata grazie al precedente turno playoff, in cui ha estromesso il Torino.

Comincia il match a Sassuolo. Il primo tentativo è di marca atalantina, ci prova Mallamo ma Cerofolini fa buona guardia. Lo spartito vede fin qui i bergamaschi più propositivi, i viola provano a colpire in contropiede. Gli uomini di Bigica rompono il ghiaccio al 13′, ma Gori coglie la parte alta della traversa in acrobazia; due minuti più tardi è Maganjic ad avere una buona occasione, ma il trequartista calcia debolmente da pochi passi. Al 17′ la Fiorentina passa: Sottil approfitta di un’indecisione di Zortea, serve in mezzo Gori che non sbaglia. La reazione dell’Atalanta è affidata a Latte Lath e Mallamo, ma i due attaccanti non riescono a impensierire la retroguardia toscana. Anzi, è ancora la Fiorentina a rischiare di segnare: Sottil calcia a giro ma Carnesecchi respinge. Gli orobici terminano in crescendo la frazione, ma non riescono a impattare. Si va al riposo sull’1-0 a favore della Fiorentina.

Al via la ripresa. L’Atalanta deve recuperare ma è di Sottil il primo sussulto: il sinistro del figlio d’arte finisce a lato. Gli orobici si affidano a Colpani, che tenta in due circostanze ma non sorprende Cerofolini. L’estremo difensore viola si supera poi sulla girata di Mallamo, che lo costringe a rifugiarsi in angolo. Il forcing atalantino è evidente ma Colpani e Latte Lath non riescono a farsi trovare puntuali all’appuntamento col gol. La Fiorentina soffre tremendamente, ma stringe i denti grazie alla prontezza di riflessi del suo portiere. Brambilla inserisce Colley ed Elia passando al 3-4-1-2, ma al 77′ i viola raddoppiano: ripartenza orchestrata da Sottil, Meli calcia in diagonale ma è Diakhaté che mette dentro quasi sulla linea di porta. Sotto di due reti l’Atalanta ci prova lo stesso ma difetta di lucidità: Melegoni sparacchia alto dopo una corta respinta di Cerofolini, poi Colley calcia addosso al portiere avversario da buona posizione. La porta viola pare stregata, i nerazzurri non riescono a segnare nemmeno il gol della bandiera. A Sassuolo finisce 0-2: la Fiorentina si conferma bestia nera dell’Atalanta e vola in finale.

ATALANTA-FIORENTINA 0-2 (0-1)

ATALANTA (4-3-1-2): Carnesecchi 6; Zortea 5.5 (68′ Colley 6), Del Prato 6, Alari 6, Migliorelli 5.5; Mallamo 5.5 (68′ Elia 6), Bolis 6, Colpani 6.5; Melegoni 5.5; Kulusevski 5.5, Latte Lath (82′ Nivokazi sv). A disp.: Gelmi, Zanoni, Carminati, Chiossi, Salvi, Rinaldi, Peli, Heidenreich, Rizzo Pinna. All.: Brambilla 5.5.
FIORENTINA (4-3-1-2): Cerofolini 7; Ferrarini 6, Hristov 7, Pinto 6.5, Ranieri 6; Lakti 6, Valencic 6, Diakhatè 6.5; Maganjic 5.5 (62′ Meli 6.5); Sottil 7(90′ Faye sv), Gori 7. A disp.: Ghidotti, Longo, Purro, Toure, Marozzi, Simonti, Pierozzi, Caso, Dutu. All.: Bigica 7.
Arbitro: Camplone di Pescara
Marcatori: 17′ Gori, 77′ Diakhaté
Note – Ammoniti: Migliorelli (A); Maganjic (F)